Sabato 16 febbraio

L'elettronica di Nathan Fake al Mat

Direttamente dall'Olimpo della techno europea, il producer inglese in triplo concerto con il prodigio elettronico Indian Wells e l'esordio di Soul Island, progetto italiano trapiantato a Londra

Spettacolo
Terlizzi mercoledì 13 febbraio 2019
di La Redazione
nathan fake
nathan fake © n. c.

Dopo il sofferto rinvio della data prevista lo scorso gennaio, sabato 16 febbraio al Mat laboratorio urbano di Terlizzi una serata elettronica in tre atti con i live di Nathan Fake, tra i più autorevoli esponenti della techno europea, Indian Wells e Soul Island e il dj-set finale di Edeél.

Nathan Fake è un musicista britannico entrato non appena maggiorenne nell’Olimpo dei producer/compositori più interessanti sulla scena elettronica europea. Cassa dritta techno e melodie, tra approccio robotico e calore umano. Nel 2018 Nathan Fake pubblica “Sunder”, un EP che completa la proposta elettronica e meditativa di Providence (2017) indirizzandosi al dancefloor. Le emozioni anche questa volta non mancano, e nonostante il pulsare della cassa dritta, il producer di Norfolk riesce a lasciarsi andare alla costruzione di melodie eteree e organiche, come da sua tradizione.

Il producer italiano Indian Wells porterà in scena il nuovo live progettato con i visual di Dan Tombs (già al lavoro con Jon Hopkins, James Holden e Gold Panda) e che ha inaugurato la tappa romana di Jon Hopkins lo scorso novembre. Con il suo terzo album "Where The World Ends" (2017, pubblicato con la prestigiosa etichetta americana Friends of Friends, cui ha fatto seguito l'EP “Phase Transition” pubblicato nell'ottobre 2018) ha confermato il clamore suscitato fin dal suo esordio “Night Drops” (2012) e bissato dal secondo album “Pause” (2015). Arpeggi sintetici e una sensibilità fuori dal comune sono le caratteristiche di un sound elettronico caldo e sognante di scuola Holden che con il terzo atto ha abbracciato la fama internazionale.

Opening act della serata il concerto di debutto di Soul Island, producer italiano di base a Londra, che ha appena pubblicato il suo debut album “Shards”. Anticipato dal singolo d'esordio Ocean, in un trionfo di sintetizzatori e atmosfere elettriche dal sapore ’80/’90 di scuola M83.

Biglietti disponibili al botteghino e in prevendita al link https://www.diyticket.it/events/Musica/2050/nathan...

I biglietti acquistati per la data di gennaio saranno validi anche per la data di sabato.

Lascia il tuo commento
commenti