L'idea

«Intitoliamo i due playground che saranno costruiti a Terlizzi a Bryant e a Maradona»

L'associazione cestistica "Terlizzi Old Stars" avanza una proposta a titolo pubblico: dedicare i due campi sportivi in costruzione ai due campioni morti prematuramente nel 2020, entrambi legati al nostro Paese

Altri Sport
Terlizzi domenica 29 novembre 2020
di La Redazione
«Intitoliamo i due playground che saranno costruiti a Terlizzi a Bryant e a Maradona»
«Intitoliamo i due playground che saranno costruiti a Terlizzi a Bryant e a Maradona» © n. c.

Il 2020 è stato un anno particolarmente funesto anche per lo sport, con la prematura dipartita di due tra i più grandi interpreti di ogni tempo del basket e del calcio.

Se a gennaio è morto improvvisamente per un incidente in elicottero, a poco più di quarant'anni, Kobe Bryant, stella dei Los Angeles Lakers considerata tra i massimi cestisti della storia, pochi giorni fa è venuto a mancare il più bravo calciatore che abbia mai calcato il rettangolo verde, Diego Armando Maradona. Entrambi, come è noto, hanno avuto nel corso della loro esistenza un legame particolare con l'Italia: il primo è cresciuto nel nostro paese, al seguito di papà Bryant, che ha militato negli anni '80 e '90 nella Lega Serie A di basket; il secondo è stato un vero e proprio capopopolo a Napoli, dove ha praticamente segnato un'era a conti fatti irripetibile.

Per questo motivo, l'asd Terlizzi Old Stars, un'associazione cestistica amatoriale della nostra città, ha lanciato una proposta a titolo pubblico: intitolare i due playground che prossimamente saranno costruiti a Terlizzi proprio a questi due campioni.

"Questa è una annata sfortunata per il basket e per lo sport in generale, siamo costretti a stare fermi, a non poter fare quello che abbiamo sempre fatto e voluto fare: giocare a basket", esordisce il comunicato diffuso dall'asd. "Non è stata, però, solo la pandemia a darci delle brutte notizie, il 2020 si è portato via due grandi campioni che hanno avuto un rapporto molto particolare con L'Italia in generale e con il nostro sud".

"Due Leggende che hanno contribuito in qualche misura allo sviluppo degli sport di riferimento per il solo fatto di esserci stati nei nostri campionati, due grandi personalità fuori e dentro il campo, due persone che si sono fatte da sole con la forza di volontà, due sportivi ai quali oltre che al vivo ricordo vorremmo dare un omaggio più concreto", continua la nota. "A Terlizzi si stanno costruendo due playground dedicati al basket ed al calcio e sarebbe bello che fossero intitolati a Kobe Bryant e Diego Armando Maradona", è l'idea condivisa da Terlizzi Old Stars. Come si dice nello sport, la palla è stata lanciata nella metà campo opposta: adesso tocca all'amministrazione rilanciare.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Asd Terlizzi Old Stars ha scritto il 30 novembre 2020 alle 09:12 :

    Come società sportiva ci ferisce l'incapacità di trarre del bene, da qualsiasi parte essa arrivi. Diego Armando Maradona è e sarà un esempio sportivo, figlio della periferia che, grazie allo sport, riesce a vivere una vita che molti non avranno la grazia di vivere. Diego Armando Maradona è e sarà, tuttavia, un uomo e come tale fallibile. Lo sport è l'esempio. Ognuno di noi ha responsabilità di essere un uomo, una donna buono/a, anche al di là del campo sportivo. Tutti possiamo ammirare lo sportivo, nessuno può giudicare l'uomo. Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Asd Terlizzi Old Stars Rispondi a Asd Terlizzi Old Stars

  • TOST ha scritto il 30 novembre 2020 alle 09:10 :

    come società sportiva ci ferisce l'incapacità di trarre del bene, da qualsiasi parte essa arrivi. Diego Armando Maradona è e sarà un esempio sportivo, figlio della periferia che, grazie allo sport, riesce a vivere una vita che molti non avranno la grazia di vivere. Diego Armando Maradona è e sarà, tuttavia, un uomo e come tale fallibile. Lo sport è l'esempio. Ognuno di noi la responsabilità di essere un uomo, una donna buono/a, anche al di là del campo sportivo. Tutti possiamo ammirare lo sportivo, nessuno può giudicare l'uomo. Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Kobe , invece non si discute, non ci può essere niente da obiettare. Rispondi a TOST

  • Alex ha scritto il 29 novembre 2020 alle 10:20 :

    Se permettete, ritengo sia più corretto far riferimento a personaggi a noi più vicini, sportivamente, culturalmente e socialmente. Maradona, per esempio, è stato un grandissimo nel calcio, ma anche una persona molto discutibile sotto il profilo etico e penale. Bryant , però, anche se è d'oltre oceano , avrebbe tutte le carte in regola per associare il suo nome ad una struttura sportiva. Ma andrebbe meglio, per esempio, il nome di Pennetta o di Mennea, o altri ns compaesani. Rispondi a Alex

  • Nino Berardi ha scritto il 29 novembre 2020 alle 07:53 :

    Il campione Bryant è morto prematuramente a causa di un incidente. Maradona oltre la linea del fallo laterale non è stato un bel esempio da seguire e intitolare a Terlizzi uno spazio dove sarà frequentato da giovanissimi mi sembra eccessivo. Rispondi a Nino Berardi