Il 13 dicembre

Venerdì di passione per i pendolari Bari Nord, la testimonianza di un viaggiatore

Una giornata particolarmente travagliata per i viaggiatori della linea, che, partiti dalla stazione di Bari Centrale intorno alle 16, sono andati incontro a una vera e propria odissea

Whatsapp
Terlizzi lunedì 16 dicembre 2019
di La Redazione
Stazione
Stazione "Europa" di Ferrotramviaria © n.c.

Venerdì pomeriggio è stata una giornata particolarmente travagliata per i viaggiatori della linea Bari Nord, che, partiti dalla stazione di Bari Centrale intorno alle 16, sono andati incontro a una vera e propria odissea. Abbiamo raccolto in proposito la testimonianza di un pendolare.

«Alle 16.00 partiamo da Bari Centrale. Poco prima di raggiungere la fermata "Europa", il treno si ferma in galleria. Si spengono i monitor e ci comunicano che avrebbero spento il convoglio per fare delle prove tecniche. Il treno sarebbe partito entro dieci minuti al massimo.

Al personale di bordo, abbiamo chiesto cosa fosse successo e ci è stato risposto che forse era stato erroneamente tirato ed era saltato un freno di emergenza. Ma dopo mezz'ora ci siamo resi conto che i problemi erano più gravi».

Sale, intanto, la tensione. «I viaggiatori chiedevano le stime dei ritardi, erano preoccupati di perdere aerei, altri treni, ma soprattutto invocavano di trovare velocemente soluzioni alternative quali l'essere condotti alla prima fermata utile. Ma ciò non era possibile perché si era in una galleria. Intanto le preoccupazioni aumentavano soprattutto perché si era al buio e su un convoglio non dotato di servizi igienici

In un primo tempo si parlava di farci trainare da un altro treno, ma poi, alle 18.00, dopo due ore, hanno deciso di farci scendere e di percorrere in fila indiana il tratto residuo della galleria fino a "Europa". Una volta lì, abbiamo trovato i bus che ci hanno accompagnati alle destinazioni. Intanto, quelli che avrebbero dovuto raggiungere l'aeroporto hanno perso i voli; tra loro un gruppo di spagnoli. Alla fine, dopo tre ore di disagi, nessuna spiegazione per quello che è accaduto».

Riguardo ai disservizi di venerdì pomeriggio, che in centrale hanno causato la soppressione di un treno e il ritardo di alcune corse, Ferrotramviaria, si è scusata attribuendo i disagi «a un guasto tecnico», informando i viaggiatori che sarà possibile richiedere il rimborso del biglietto, nelle modalità previste dalla Carta dei Servizi, inviando una richiesta all'Ufficio relazioni con la clientela (info@ferrovienordbarese.it).

Lascia il tuo commento
commenti