8 marzo

Giornata della Donna, le riflessioni di una "studentessa" dell'Università della Terza Età

Riceviamo e pubblichiamo le impressioni di una studentessa della locale Università della Terza Età, che ha partecipato all'iniziativa organizzata dall'Ute per celebrare le figure femminili nella letteratura e nel mondo

Whatsapp
Terlizzi domenica 11 marzo 2018
di La Redazione
università della terza età
università della terza età © anc terlizzi

Giovedì 8 marzo si è celebrata la Giornata Internazionale della Donna. A Terlizzi si è svolta una serata dedicata alle figure femminili, nella letteratura e nel modo, organizzata dalla locale Università della Terza Età.

Riceviamo e pubblichiamo, in proposito, alcune riflessioni da parte di una studentessa dell'Ute, che ha partecipato all'iniziativa e ha voluto condividere con i lettori di TerlizziLive le sue impressioni.

La celebrazione dell'8 marzo, quale Giornata internazionale della Donna, si è appena conclusa e mi sia concesso dire che anche quest'anno ha avuto una connotazione di alto livello nella nostra scuola sia per l'organizzazione perfetta della nostra presidente, Giuseppina Piemontese e del Direttivo tutto, sia per gli illustri ospiti che vi hanno partecipato.

Tutto è proceduto secondo ritmi ben cadenzati, alternando a momenti di brio e spensieratezza, tempi più lunghi di grande ricchezza culturale che hanno allargato i nostri orizzonti nel sapere dell'Universo Donna. Al simpatico balletto di apertura del gruppo Dance fitness della nostra Ute, hanno fatto seguito la lettura di alcune poesie e la presentazione di figure di donne che con la loro vita hanno lasciato in segno nella storia del mondo, le cui immagini sono ritratte nella grande D di Donna della locandina pubblicata per la ricorrenza dell'8 marzo. E ancora il saluto agli ospiti della nostra Presidente e il suo impeccabile "excursus"delle lotte delle tante donne che nell'arco di oltre un secolo si sono distinte per il riconoscimento dei sacrosanti diritti del genere femminile. Hanno suscitato grandissima ascolto gli interventi dei due illustri ospiti.

Il dottor Pasquale Vitagliano ha spaziato ampiamente nel suo viaggio letterario, ricco di riferimenti a figure di donne reali ed immaginarie di grandi scrittori, dimostrando profonda sensibilità verso l'universo femminile e del sacerdote. Don Michele Stragapede, uomo di grande impegno sociale, già missionario comboniano nel Sud Sudan ed ora parroco nella chiesa di San Gioacchino a Terlizzi , ha voluto dare grande risalto alla donna, quale ultima opera perfetta di Dio nella Creazione del mondo e per le sue esperienze missionarie, ha voluto considerare nel vissuto dell'Africa la centralità della donna, discendente come tutte noi del resto, della nostra antenata, l'ominide Lucy, lì scoperta.

Nel momento finale della serata, dulcis in fundo, c'è stato "L'omaggio alle donne" chitarra e voci della Corale Ute. Sempre più bravi! Un grazie di cuore a quanti con tanto impegno hanno reso indimenticabile nella nostra Università la ricorrenza dell'8 marzo 2018!!!!

Lascia il tuo commento
commenti