Economia in dissesto

il Pd: «Il sindaco predisponga subito azioni di ristoro per le categorie penalizzate dalle chiusure»

«Il sindaco e l’assessore che non c’è concertino subito un’azione di ristoro per le attività che hanno deciso di sospendere»

Politica
Terlizzi lunedì 23 novembre 2020
di La Redazione
Ristorante chiuso per Dpcm
Ristorante chiuso per Dpcm © n.c.

Il Partito Democratico di Terlizzi esorta il sindaco a prevedere ristori per gli esercizi commerciali e le attività per servizi penalizzate dall'ultimo Dpcm in materia di gestione dell'emergenza coronavirus.

"Il Governo con i vari Dpcm, prossimo quello di Natale, ha chiuso tra l’altro le attività di ristorazione, intrattenimento, sport e attività fisiche, e con Decreto Ristori 1, 2, 3 e forse 4, ha previsto indennizzi per queste attività danneggiate. Sennonché il Governo ha dato facoltà ai Sindaci di inasprire le misure. A Terlizzi il sindaco ha previsto con ordinanza la chiusura anticipata alle 19 di attività di commercio al dettaglio. La beffa è che non sono previsti ristori come per le attività chiuse dal Governo", osserva la segreteria dem in un comunicato.

"Il sindaco e l’assessore che non c’è concertino subito un’azione di ristoro per le attività che hanno deciso di sospendere, riducendo i tributi locali: tassa rifiuti, etc., e coordini un’azione di intervento per la vendita online, supportando per esempio un app per lo shopping locale", continua il Pd. "Insomma il sindaco non si limiti a fare le dirette facebook solo in un palazzo vuoto, ma coinvolga subito i commercianti danneggiati in un rilancio delle attività per non far morire il paese", concludono i democratici.

Lascia il tuo commento
commenti