Oggi 20 novembre

Giornata dell'Infanzia, la mozione consiliare di Città Civile: «Istituiamo la figura del Garante»

Il movimento ha depositato tramite il proprio consigliere comunale D'amato apposita proposta di delibera in consiglio comunale

Politica
Terlizzi venerdì 20 novembre 2020
di La Redazione
garante infanzia
garante infanzia © n. c.

In occasione della Giornata Mondiale Dell'Infanzia, che si celebra oggi, Città Civile propone l'istituzione dell'ufficio del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

"Per il nostro Movimento uno strumento del genere è necessario per la cittadinanza e le famiglie che da troppo tempo soffrono di serie difficoltà, anche per la spiacevole situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo", recita un comunicato del movimento civico terlizzese. "L’istituzione della figura del Garante ha l'intento di voler garantire e promuovere la piena attuazione e la tutela dei Diritti e degli Interessi superiori delle persone di minore età presenti nel Comune di Terlizzi, in linea con quanto previsto dalle convenzioni internazionali".

"La nostra proposta arriva a ridosso del 20 novembre, giornata internazionale sulla Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Ci auguriamo che la mozione si possa discutere nel primo Consiglio Comunale utile. Una società che vuole dirsi attenta ai bisogni dei cittadini non può non accogliere con favore tale istituzione del Garante, soprattutto se teniamo conto del fatto che i bambini, cittadini di minore età, sono quelli del futuro", conclude Cc, che ha presentato tramite il proprio consigliere Vito D'Amato una proposta di delibera nell'assemblea comunale.

Secondo la coordinatrice Daniela Zappatore, "la pandemia ci risucchia e ci distrae troppo spesso da altre situazioni che non possiamo trascurare e che hanno bisogno delle nostre attenzioni, del nostro impegno, della nostra cura. I nostri bambini e i nostri ragazzi hanno bisogno di noi. In questo momento ancora di più. Di questo ufficio che tutela i nostri minori Terlizzi ha bisogno. Sappiamo anche che questa proposta, come tutte le altre, non avrà, forse, seguito, ma non vogliamo appiattirci, non vogliamo rinunciare a sognare la città così come la vorremmo. Resistiamo al buio, resistiamo al nulla, resistiamo al vuoto. Teniamo accesa una fiammella".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Fabio Catalano ha scritto il 20 novembre 2020 alle 10:17 :

    ASPORTO DEFINIZIONE (alla buona) : chiedo aspetto prendo e porto via. ASPORTO A TERLIZZI. I bar (tutti), mettono un tavolino all'ingresso principale. Tu chiedi e se vuoi puoi consumare sul tavolino stesso o li vicino in piedi. Oppure (per chi lo ha), consumi in piedi all'uscita secondaria laterale. Tutto questo, ormai é lampante, tollerato da comune e polizia locale, evidentemente sotto scacco di alcune categorie commerciali. Se andate un po' in giro in paese, vi potete rendere conto che quello che ho scritto é vero. Rispondi a Fabio Catalano

  • Fabio Catalano ha scritto il 20 novembre 2020 alle 10:13 :

    ASPORTO DEFINIZIONE (alla buona) : chiedo aspetto prendo e porto via. ASPORTO A TERLIZZI. I bar (tutti), mettono un tavolino all'ingresso principale. Tu chiedi e se vuoi puoi consumare sul tavolino stesso o li vicino in piedi. Oppure (per chi lo ha), consumi in piedi all'uscita secondaria laterale. Tutto questo, ormai é lampante, tollerato da comune e polizia locale, evidentemente sotto scacco di alcune categorie commerciali. Se andate un po' in giro in paese, vi potete rendere conto che quello che ho scritto é vero. Rispondi a Fabio Catalano

  • Maria P. ha scritto il 20 novembre 2020 alle 08:10 :

    Il diritto dei bambini all'istruzione è il primo a essere messo in pericolo con la didattica a distanza. Rispondi a Maria P.