Oggi, in concomitanza con la "giornata della collera" proclamata dai palestinesi

Consiglio, odg sulla Palestina: «Israele occupa territori mentre la comunità internazionale tace»

Il punto è stato presentato dal consigliere di opposizione Giuseppe Volpe ed è stato sostenuto dall'International Solidarity Movement

Politica
Terlizzi mercoledì 01 luglio 2020
di La Redazione
Consiglio, odg sulla Palestina: «Israele occupa territori mentre la comunità internazionale tace»
Consiglio, odg sulla Palestina: «Israele occupa territori mentre la comunità internazionale tace» © n. c.

In mattinata, a partire dalle 10, è prevista una seduta del consiglio comunale in cui, numero legale dei consiglieri presenti permettendo, si discuteranno alcuni punti all'ordine del giorno che riportiamo in cale a questo articolo.

L'assemblea comunale cade proprio oggi, primo luglio, designata come giornata "di collera popolare" da molte fazioni politiche palestinesi, che protesteranno contro i progetti israeliani di annessione di una porzione della Cisgiordania, delle alture del Golan e di Gerusalemme Est (Palestina). Le proteste di massa avranno luogo nella Striscia, ma è possibile che i dimostranti cercheranno, come in passato, di raggiungere il confine con Israele. Non sono da escludere disordini.

In concomitanza con questi eventi, il consigliere di opposizione Volpe ha presentato in particolare un argomento relativo alla situazione politica contingente della Palestina. Il punto è stato sostenuto dall’International Solidarity Movement, che ringrazia il consigliere comunale "per la sua sensibilità e chiede all’intero consiglio comunale di Terlizzi di condannare l’annessione prevista dal piano Trump, che in questo periodo ha ricevuto condanne unanimi da Onu, Unione Europea e Lega Araba".

"Il Tribunale dell’Aia sta indagando sui crimini di guerra israeliani e che la stessa presidente della Corte Penale Internazionale ha ricevuto pressioni e minacce in merito - ricorda Ism -. Ricordiamo che lo stato Israeliano continua a violare 73 convenzioni internazionali e dimentica di ottemperare alla risoluzione Onu 194 che garantisce il diritto al ritorno dei palestinesi. Lo stesso stato israeliano nel solo 2018 ha ricevuto 21 condanne Onu. Negli ultimi giorni tra l’altro Israele ha nuovamente bombardato la striscia di Gaza nel silenzio internazionale ed ha impedito ad un bambino di 8 mesi di avere cure mediche a causa di complicanze cardiache. Il bambino di 8 mesi è morto qualche giorno fa in un silenzio assordante, come assordante resta il fatto che oltre due milioni di civili siano rinchiusi in un lager a cielo aperto, con l’Onu che continua a chiedere a gran voce il rispetto dei diritti umani. Inoltre le forze internazionali del Tiph hanno ricevuto la sospensione del loro mandato poiché in alcune relazioni rese pubbliche è emerso che numerosi coloni israeliani hanno commesso violenze e omicidi, mentre l’esercito israeliano ha omesso e coperto i medesimi reati. Al momento inoltre nelle carceri israeliane risultano illegalmente detenuti migliaia di minori che non hanno ricevuto nessun regolare processo e che rispondono molto spesso di reati inesistenti ad un tribunale militare legittimato dall’occupazione israeliana. Per queste ragioni se il consiglio comunale di Terlizzi non dovesse votare a favore dell’ordine del giorno, si potrebbe creare un pericoloso precedente, poiché non ci si può schierare, né si può assumere un atteggiamento tergiversante quando si parla di criminali di guerra e crimini di guerra. Auspichiamo pertanto che i consiglieri effettuino una votazione che ponga la legalità internazionale come stato di diritto e confidiamo in una presa di coscienza forte di ogni singolo membro del consiglio comunale di Terlizzi", conclude la nota dell'International Solidarity Movement.

Di seguito i punti all'ordine del giorno del consiglio comunale di oggi.