Ieri mattina

Ferramenta pugliese, assemblea dei dipendenti: «La proprietà si assuma le proprie responsabilità»

Continua lo stato di agitazione dei trenta dipendenti dell'azienda terlizzese, da mesi senza stipendio

Politica
Terlizzi venerdì 05 giugno 2020
di La Redazione
Ferramenta pugliese, assemblea dei dipendenti: «La proprietà si assume le proprie responsabilità»
Ferramenta pugliese, assemblea dei dipendenti: «La proprietà si assume le proprie responsabilità» © giuseppe volpe

Continua lo stato di agitazione dei 30 dipendenti della Ferramenta Pugliese, preoccupati dalla mancanza di prospettive e di regolarità nei pagamenti degli stipendi.

Ieri mattina i lavoratori hanno manifestato davanti ai cancelli dell'azienda, assieme ad alcuni rappresentanti del mondo politico e del sindacato, tra cui Piazza della Cgil e Brandi, consigliere comunale bitontino. L'assemblea è stata interrotta dal cedimento di una inferriata dello stabile, ma l'incidente non ha avuto conseguenze, per fortuna.

"È l'emblema di questa azienda, abbandonata a se stessa e scomparsa nel nulla dopo decenni di profitto accumulato sulla pelle dei lavoratori", scrive il consigliere di opposizione Volpe, che sta seguendo la mobilitazione. "Com'è noto, successivamente agli accordi di cassa integrazione siglati per far fronte alla già complicata condizione dell’azienda e alla crisi dettata dall’emergenza sanitaria, al momento della ripresa, gli stessi hanno trovato la fabbrica chiusa. Da mesi la proprietà è sparita, lasciando i propri dipendenti al loro destino! A questo aggiungiamo un gravissimo e potenziale pericolo ambientale e di salute pubblica associato alla tipologia di rifiuti ammassati da mesi all’interno del sito".

La richiesta dei dipendenti alla proprietà è "la piena assunzione delle proprie responsabilità, ribadendo la necessità di un incontro urgente".

"Come amministratore di questa città continuerò a sostenere i lavoratori di Ferramenta Pugliese, lavorando a stretto contatto con la Fiom Cgil Bari che sta seguendo da vicino e costantemente questa e tante altre vertenza lavorative del nostro territorio", conclude Volpe.

Nel pomeriggio l'esponente de La Corrente ha ottenuto la temporanea sospensione del consiglio comunale svoltosi ieri, portando all'attenzione dell'amministrazione il caso Ferramenta Pugliese, che assieme a quello degli ex dipendenti del Mercatone Uno sta agitando il mondo lavorativo terlizzese.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • G.pp ha scritto il 06 giugno 2020 alle 06:56 :

    Una domanda ma oltre alla bandiera della Fiom stava anche la bandiera della Uilm attaccante ata al cancello perché non viene citata nell'articolo? Rispondi a G.pp