Le reazioni

Centrale a biomasse, Legambiente: «Bene il diniego del Pas: era una scorciatoia non consentita»

Legambiente Terlizzi esprime soddisfazione per il diniego da parte degli uffici comunali della procedura abilitativa semplificata per il progetto di Sorgenia

Politica
Terlizzi venerdì 17 gennaio 2020
di La Redazione
Una centrale a biomasse
Una centrale a biomasse © n.c.

"Come avevamo auspicato e richiesto ufficialmente, il Comune ha rigettato la Pas per mancanza dei presupposti di legge".

Legambiente Terlizzi esprime soddisfazione per il diniego da parte degli uffici comunali della procedura abilitativa semplificata per il progetto di Sorgenia di realizzare una centrale a biomasse in strada Monserino, non lontano dalla via per Mariotto, in agro terlizzese.

"Diverse le motivazioni che sono state addotte dall'ufficio tecnico con le quali stoppa la procedura abilitativa semplificata: incompatibilità con la destinazione urbanistica della zona; presenza di vincolo archeologico; perplessità circa le potenzialità produttive dichiarate nel progetto da Sorgenia e che rendevano possibile il ricorso alla Pas anziché all'autorizzazione unica regionale; divieto di utilizzo del digestato come ammendante in agricoltura, e altre ancora", continua il circolo "Amici di Vito e Clara".

"Il diniego della Pas da parte dell'ufficio tecnico è evidenza di come, da parte di Sorgenia Bio Power srl, vi fosse l'intenzione di bypassare l'autorizzazione cercando di ottenere il nulla osta attraverso una scorciatoia non consentita", commenta Michelangelo Guastamacchia, presidente della sezione locale.

"Il provvedimento dell'ufficio tecnico rende inequivocabile un altro aspetto: il fatto che la nostra associazione non era e non è per il 'no' a prescindere, ma per il rispetto delle regole e delle leggi a tutela della collettività, per garantire trasparenza nell'operazione che Sorgenia vuole porre in essere a Terlizzi e l'ampio coinvolgimento della comunità terlizzese", considera. "Siamo lieti di aver contribuito, con la nostra analisi tecnico-giuridica nonché con la nostra istanza protocollata l'8.1.2020, con la quale chiedevamo proprio il diniego della Pas, a stimolare l'azione che oggi l'ufficio tecnico ha posto in essere, ponendo la giusta attenzione ad un progetto così importante e impattante. Auspichiamo in un ampio percorso partecipativo prima della presentazione della richiesta di autorizzazione unica regionale da parte di Sorgenia", è la conclusione di Guastamacchia.

Lascia il tuo commento
commenti