L'intervento

Blitz contro i Dello Russo, Gemmato: «Se le accuse saranno confermate, ci costituiremo parte civile»

Il sindaco esprime gratitudine ai Carabinieri e alla magistratura per l'operazione condotta la notte scorsa a Terlizzi

Politica
Terlizzi martedì 07 gennaio 2020
di La Redazione
Carabinieri
Carabinieri © n.c.

«A Terlizzi non c’è e non può esserci spazio per la criminalità».

Con queste parole il sindaco Ninni Gemmato esprime gratitudine ai Carabinieri e alla magistratura, in particolare al Procuratore di Bari Giuseppe Volpe, per l’importante operazione condotta la notte scorsa nella città dei fiori contro presunti esponenti della criminalità organizzata di Terlizzi e del Nord Barese.

«Preannuncio sin d’ora che, laddove le responsabilità penali dovessero essere confermate e sottoposte a giudizio, il Comune di Terlizzi si costituirà parte civile nel processo a tutela dell’immagine della nostra comunità», dichiara il sindaco che già un anno fa aveva firmato il decreto di costituzione di parte civile nell’ambito del processo legato a un’altra operazione antimafia denominata «Pandora».

«Nulla e nessuno, tantomeno l’illegalità, potranno intralciare il percorso di crescita economica, sociale e culturale di cui è protagonista la nostra città. Terlizzi è fatta di persone per bene e di lavoratori: è mio preciso compito difendere la reputazione e l’onorabilità di tutte queste persone».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Va ha scritto il 07 gennaio 2020 alle 15:11 :

    Bravo Sindaco. Difendere l'immagine di un Paese che si dissocia con il crimine. Con le truffe. Col possesso di armi, droga e qualsiasi cosa possa sporcare il buon nome di questo paese pieno di buone risorse. Rispondi a Va