L'endorsement

Vito D’Amato sostiene Michele Abbaticchio in vista del rinnovo del Consiglio metropolitano

Città Civile condivide già con il sindaco di Bitonto l’esperienza di “Italia in Comune”, il “partito dei sindaci” presieduto da Pizzarotti

Politica
Terlizzi venerdì 04 ottobre 2019
di Michele Colaleo
Vito D'Amato
Vito D'Amato © città civile

Domenica 6 ottobre si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio metropolitano della Provincia di Bari. Si tratta di elezioni a suffragio ristretto, il cui elettorato passivo ed attivo è costituito dai sindaci e dai consiglieri comunali in carica nei comuni della Città metropolitana.

Terminato il quinquennio della presente legislatura, sono infatti scese in campo le diverse liste che si sfideranno nell’imminente competizione elettorale, ciascuna con i rispettivi candidati e facente capo ad un’area politica di riferimento.
In particolare, i seggi del Consiglio metropolitano saranno assegnati agli aspiranti consiglieri appartenenti a tre schieramenti: “Movimento 5 Stelle”, “Città Insieme” e “Centrodestra Metropolitano”.
Vista l’assenza di consiglieri terlizzesi tra i 41 candidati, le forze politiche cittadine sono allora chiamate ad esprimere il loro appoggio ad una delle tre proposte elettorali, marcando così anche in questa occasione la propria scelta di posizionamento.
E’ il caso di Città Civile, che attraverso il suo consigliere Vito D’Amato ha deciso di schierarsi apertamente a favore di Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto, assessore uscente alla Pianificazione Strategica e Vicesindaco della Città metropolitana.
La ricandidatura di Abbaticchio – il cui nome è spicca tra i 18 della lista “Città Insieme” – è motivata dalla sua convinzione che la Città metropolitana possa essere un ente in grado di fungere da “attrattore di sviluppo” per tutto il territorio di riferimento. Stando ai numeri, riportati anche da Città Civile nel post di endorsement al sindaco di Bitonto, “sul nostro territorio sono arrivati circa 500 milioni di euro in più rispetto al passato, anche grazie al piano strategico realizzato insieme al sindaco del capoluogo Antonio Decaro”.
I fondi intercettati sono stati tradotti in diverse misure a sostegno delle periferie dei Comuni, favorendo così “la cooperazione proficua tra sindaci, che hanno condiviso diverse battaglie in difesa del territorio”, superando sterili campanilismi e pretestuose contrapposizioni politiche.
La scelta di Città Civile per le elezioni del Consiglio metropolitano, che si svolgeranno domenica dalle 8 alle 20 a Bari presso il Palazzo della Città metropolitana (Lungomare Nazario Sauro, 29) è inoltre rafforzata dalla condivisione con Abbaticchio di un progetto politico parallelo, di respiro civico e nazionale: “Italia in Comune”, il “partito dei sindaci” nato da un’idea dell’ex pentastellato Pizzarotti e da lui fondato nel 2018 assieme al sindaco di Cerveteri Pascucci ed allo stesso Abbaticchio, che oggi ne ricopre la carica di vicesegretario.
Quella tra Abbaticchio e il Città Civile sembra essere dunque una sinergia politica sempre più solida, che si conferma e si sottopone alla prova dei voti anche in vista di questa nuova sfida elettorale.

Lascia il tuo commento
commenti