Ieri mattina

Anche la politica terlizzese a Monopoli per la manifestazione sulla Xylella

Con il sindaco Gemmato c'erano il presidente del Consiglio comunale di Terlizzi Mario Ruggiero e il consigliere Francesco Barione, oltre al deputato terlizzese di Fratelli d'Italia Marcello Gemmato

Politica
Terlizzi lunedì 14 gennaio 2019
di La Redazione
Anche la politica terlizzese a Monopoli alla manifestazione sulla Xylella
Anche la politica terlizzese a Monopoli alla manifestazione sulla Xylella © ninni gemmato (fb)

C'era anche una delegazione del consiglio comunale di Terlizzi, ieri mattina, a Monopoli per «Sí, combatto Xylella. Sí, per il paesaggio, la produttività, la scienza», manifestazione organizzata per sensibilizzare l'opinione pubblica al pericolo Xylella nel sud barese.

Circa duemila persone - i sindaci del barese, gli amministratori comunali, rappresentanti di aziende agricole, operatori del settore ed esponenti di associazioni di categoria - sono giunte nella città del sud-barese per sollecitare la Regione a un maggiore impegno sul tema.

Con il sindaco Gemmato c'erano il presidente del Consiglio comunale di Terlizzi Mario Ruggiero e il consigliere comunale Francesco Barione, oltre al deputato terlizzese di Fratelli d'Italia Marcello Gemmato.

Secondo le ultime notizie la Procura di Bari ha disposto il sequestro di un ulivo che sarebbe risultato infetto dal batterio della Xylella nelle campagne di Monopoli. La notizia è stata confermata ad alcune testate locali dal portavoce del coordinamento dei gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli, che ha definito "il sequestro dell'albero infetto, insieme a tutto il campo, probabilmente a causa di un esposto di qualche santone e negazionista", una "notizia gravissima" che ci preoccupa per le ripercussioni nella lotta al batterio in provincia di Bari".


"Non è il momento della polemica, ma d'altra parte è necessario ripartire da un presupposto: la Regione Puglia che aveva il compito di fermare questa emergenza e tutelare la nostra agricoltura ha fallito", afferma il sindaco. "Lo ribadisco non tanto per puntare il dito contro i responsabili, quanto perché da quelle mancanze è necessario comprendere cosa non abbia funzionato per individuare invece le soluzioni migliori. L'agricoltura è il cuore della nostra economia: serve un cambio di passo nell’attività di contrasto all’epidemia, di tutela del territorio, di protezione ed aiuto alle aziende, ai frantoi, alle attività agricole danneggiate o minacciate", conclude Gemmato.

Secondo il sindaco "non c'è più tempo da perdere: in Spagna la Xylella è stata sconfitta attraverso l'eradicazione tempestiva degli alberi infetti e il sostegno economico concreto agli agricoltori colpiti. Mettiamoci tutti attorno a un tavolo e mettiamo in atto tutto ciò che c'è da fare per sostenere questi lavoratori e impedire che gli errori e le omissioni commessi in Salento possano ripetersi ancora".


Da parte sua, Fratelli d'Italia parla di "ennesimo grido di dolore del mondo agricolo insieme agli operatori del comparto giunti da tutta la Puglia. FdI continua ad avere la convinzione già espressa più volte e nelle opportune sedi istituzionali: eventi straordinari devono essere contrastati con misure straordinarie, cioè con una legge speciale che, coinvolgendo Regione, governo nazionale ed Unione Europea, investa nella ricerca, sostenga e ristori gli agricoltori, ridisegni il futuro del comparto olivicolo. Una sorta di Piano Marshall per l'agricoltura pugliese. La Xylella, dal Salento a Brindisi, ha raggiunto ormai le aree del barese andando a compromettere il motore dell'agricoltura e della gastronomia pugliesi".

Lascia il tuo commento
commenti