Il commento

Ius soli civico, Volpe: «Grado di civiltà si riconosce da come vengono trattati i bambini»

Il consigliere comunale di opposizione interviene sulla questione della cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati residenti

Politica
Terlizzi mercoledì 19 dicembre 2018
di Gianpaolo Altamura
ius soli
ius soli © n. c.

"Speriamo che a Terlizzi, dove il Consiglio comunale non ha approvato nessun atto a sostegno dello Ius Soli, possa partire un movimento dal basso finalizzato al conseguimento di tale obiettivo".

A parlare è il consigliere comunale del centrosinistra Giuseppe Volpe, che cita le parole dell'Associazione Cattolica diocesana, ringraziandola "per questo intervento chiaro e diretto sulla questione della cittadinanza civica".

"In tutti gli altri comuni della diocesi i consigli comunali hanno approvato la mozione - prosegue Volpe -. Come a Ruvo, dove è stata conferita la cittadinanza a 100 bambine/i residenti". Il 20 novembre era stato il turno dell'amministrazione di Bitonto.

"A Terlizzi la proposta, da me presentata in consiglio a marzo, fu bocciata dalla maggioranza e bollata dal Sindaco come 'inutile surrogato'", ricorda il consigliere, che confida "nell'impegno dal basso delle parrocchie e dell'associazionismo cittadino per rendere Terlizzi una città più civile. Il livello di civiltà di un paese lo riconosci dal grado di importanza che viene riservato ai suoi bambini e ai suoi ragazzi".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuseppe Funpage ha scritto il 20 dicembre 2018 alle 20:42 :

    Avete barattato lo ius soli per consenso elettorale, fortunatamente siete stati puniti dagli elettori. Rispondi a Giuseppe Funpage

  • Giuseppe Funpage ha scritto il 19 dicembre 2018 alle 19:32 :

    E' vero, peccato che gli ultimi 3 governi di centrosinistra non hanno avuto ne il coraggio ne la volontà di farlo. Una grande occasione persa. Mea culpa. Rispondi a Giuseppe Funpage