La replica

Allagamenti in Via Macello, Chiapparino: «Previsti altri interventi, tra cui tratto di fogna bianca»

L’assessore all’Urbanistica, Laura Chiapparino, interviene in merito agli allagamenti avvenuti in via Macello dopo le forti piogge dei giorni scorsi, su cui era intervenuta la consigliera comunale Mariangela Galliani

Politica
Terlizzi mercoledì 13 ottobre 2021
di La Redazione
allagamento in via macello
allagamento in via macello © n. c.

«ll problema degli allagamenti in via Macello affligge da sempre quella zona di Terlizzi quando si verificano forti precipitazioni. L’unica vera notizia è che l’Amministrazione comunale si sta adoperando per risolvere questo problema e sistemare definitivamente la strada che da viale Italia conduce al MAT». L’assessore all’Urbanistica, Laura Chiapparino, replica in merito agli allagamenti avvenuti in via Macello dopo le forti piogge dei giorni scorsi, su cui era intervenuta la consigliera comunale Mariangela Galliani, criticando le modalità di realizzazione dell'asfaltatura nella via laterale al laboratorio urbano.

«Il progetto di riqualificazione urbanistica è molto ampio e riguarda tutta l’area attorno al MAT e alla nuova struttura commerciale in costruzione. Sono previsti diversi interventi, in parte a carico della ditta esecutrice dei lavori della struttura commerciale, tra cui la realizzazione di un tratto di fogna bianca in via Macello che risolverà definitivamente il problema allagamenti; in parte a carico del Comune di Terlizzi come la realizzazione di un ampio marciapiede che da viale Italia condurrà al MAT e la riqualificazione di tutta l’area prospiciente i laboratori urbani - continua la nota -. L’opera di riqualificazione e valorizzazione dell’area comprende importanti interventi migliorativi come l’allargamento di una parte di via Confreda e l’apertura di una nuova traversa di via Macello destinata a sfociare sempre in via Confreda. Inoltre, il parcheggio antistante la struttura commerciale sarà di uso pubblico, a servizio anche di chi frequenta il MAT e dell’intero quartiere, senza condizioni e a qualunque ora del giorno».  

«L’avvio dei lavori in questione attende ora solo il parere della Soprintendenza Archeologica, a cui l’Ufficio Tecnico comunale ha inteso trasmettere il progetto. Se non l’avesse fatto gli stessi che oggi criticano gli allagamenti avrebbero urlato allo scandalo» precisa Chiapparino. «Insomma ancora una volta si stravolgono i fatti per oscurare la grande riqualificazione che questa Amministrazione sta portando avanti su un’intera zona della città che fino a qualche tempo fa era solo uno spazio degradato e in abbandono».  

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Lorenzo ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 09:51 :

    Come no assessore, tutto previsto! Due mandati al sindaco Gemmato e le strade sono una VERGOGNA!! Ma mi rendo conto che è più semplice prendere per il culo la gente e lasciare la patata bollente al prossimo. Rispondi a Lorenzo

  • Io amo terlizzi ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 04:41 :

    6 coraggiosa a metterci la faccia,difendi l'indifendibile e colui che malauguratamente per te ti guida,questa e' l'amm.ne piu' sbagliata avuta negli ultimi decenni...a te auguro il meglio a chi ti guida e ora che si faccia da parte..buon lavoro,naturalmente il tuo!! Rispondi a Io amo terlizzi