L'interrogazione

Sigrisi: «Cittadini ed esercenti non hanno abbastanza mastelli e contenitori carrellati»

Il consigliere comunale di opposizione Giampaolo Sigrisi ha depositato una interpellanza a risposta scritta sull'"annosa indisponibilità" di recipienti per la raccolta differenziata

Politica
Terlizzi sabato 18 settembre 2021
di La Redazione
giampaolo sigrisi
giampaolo sigrisi © TerlizziLive

Il consigliere comunale di opposizione Giampaolo Sigrisi protocolla una interpellanza a risposta scritta sull'insufficienza dei mastelli distribuiti dalla Sanb per la raccolta differenziata. 

La mancanza di recipienti adeguati, osserva l'esponente della minoranza, riguarda sia i privati cittadini sia gli esercenti. "Numerosi cittadini, oltre al titolari di attività commerciali, lamentano l'annosa indisponibilità dei mastelli per uso domestico e dei contenitori carrellati per il servizio di raccolta differenziata, utili per la buona riuscita servizio di raccolta porta a porta; oltreché indispensabili per evitare il riversamento di percolato lungo i marciapiedi e le strade del centro abitato", si legge, infatti, nel testo dell'interrogazione depositata il 18 settembre.

"La mancanza di questi contenitori, inoltre, incentiva la presenza di topi ed insetti nella zona residenziale, dando origine a gravi inconvenienti di natura igienico-sanitari", continua Sigrisi. "Si evince, quindi, che l'impegno preso dall'Amministrazione di Governo della città, in merito al rispetto del regolamento di raccolta rifiuti, è venuto meno". 

La richiesta del consigliere all'amministrazione comunale è di garantire un approvvigionamento puntuale e continuo dei mastelli e dei contenitori carrellati "nell'interesse della collettività dei cittadini". 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Donato ha scritto il 18 settembre 2021 alle 08:58 :

    Se qualche responsabile, in incognito, andasse a verificare come gli addetti al ritiro dei rifiuti scaraventano le mastelle vuote, specie presso i ritiri delle case di campagna, capirebbe facilmente il perché. Rispondi a Donato