Il sindaco ha presentato l'ordinanza anti-Covid valida per i prossimi due giorni

297 positivi e 200 in quarantena, Gemmato: «Domani e lunedì vietato stazionare in città»

Bloccati tabaccai e distributori automatici. Ci si potrà spostare per visitare i parenti, massimo due persone, in conformità con il dpcm attualmente in vigore

Politica
Terlizzi sabato 03 aprile 2021
di La Redazione
ninni gemmato
ninni gemmato © n. c.

"I controlli ci saranno e saranno severi. Ci saranno almeno tre pattuglie della polizia locale che gireranno a vigilare sul rispetto delle regole di contenimento del coronavirus". 

Così il sindaco di Terlizzi Ninni Gemmato nel corso della diretta serale di aggiornamento sulla situazione dei contagi in città, in cui ha anche esplicato le principali restrizioni previste nell'ordinanza che entrerà in vigore domani e dopodomani.

Il primo dato fornito dal primo cittadino, tuttavia, è il numero dei positivi a Terlizzi. Lo stesso Gemmato definisce negativo il quadro, con 297 attualmente infetti più circa 200 persone in quarantena. "Non eravamo mai arrivati a un numero così alto, si arriva a circa 500 persone", afferma il sindaco, che cita anche il report pubblicato ieri sera dall'Asl per informare la popolazione pugliese sul trend dei contagi, purtroppo in grande impennata malgrado la "zona rossa". 

Nei prossimi due giorni sarà in vigore il divieto di stazionamento in tutte le aree pubbliche e il divieto di circolare con biciclette e automobili: sarà consentito camminare soltanto a piedi. Sarà inoltre vietato passeggiare nei parchi e nei giardini comunali, a cui si potrà accedere senza, tuttavia, sostarvi. I cani potranno essere portati a spasso nel raggio di 200 metri dalla propria abitazione. Per i prossimi due giorni saranno inoltre sospesi i distributori automatici e le rivendite di tabacchi: resteranno aperte soltanto le rivendite dei giornali, e limitatamente alla mattinata di domani.  

Cosa importante, ci si potrà spostare per visitare i parenti, massimo due persone, in conformità con il dpcm attualmente in vigore. "Non si esce da questa epidemia non portando la mascherina, o passeggiando liberamente e mostrando comportamenti non consentiti dalla legge. Abbiamo tutti il dovere morale di salvaguardare la salute di chi ci sta vicino, chi si sente giovane e forte e al di sopra di tutto deve ricordare che si può diventare portatori sani di una malattia e contagiare persone deboli, che possono essere parenti o amici a cui teniamo", è l'appello finale di Gemmato, che sottolinea: "voglio sensibilizzare tutti al fine di contenere i contagi e salvaguardare la salute pubblica". 

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico Volpe ha scritto il 05 aprile 2021 alle 18:47 :

    effettivamente il coronavirus è letale nei soli giorni di Pasqua e Lunedì dell'Angelo. Poi (e nei giorni precedenti) tutto è concesso, tanto il Sindaco non dispone mai alcun controllo. Mah ! Rispondi a Domenico Volpe

  • Michele Albanese ha scritto il 04 aprile 2021 alle 07:25 :

    Chiude la stalla dopo che i buoi sono scappati. Ma sino ad oggi chi ha vigilato sugli assembramenti continui e ovunque nel paese? Rispondi a Michele Albanese

  • Nicolò Vallarelli ha scritto il 03 aprile 2021 alle 19:50 :

    Dov'era fino ad ora? Rispondi a Nicolò Vallarelli