Il caso

Sala consiliare, Città Civile: «Gemmato accusa l'autore delle foto, ma dovrebbe chiedere scusa»

Il movimento replica alla nota con cui ieri il sindaco aveva puntualizzato che, in merito allo stato di disordine in cui si trova il Palazzo di Città, il Comune è parte lesa

Politica
Terlizzi domenica 24 gennaio 2021
di La Redazione
Polemiche per le condizioni del Palazzo di Città. Città Civile: «Caos e degrado, un colpo al cuore»
Polemiche per le condizioni del Palazzo di Città. Città Civile: «Caos e degrado, un colpo al cuore» © n. c.

Città Civile replica alla nota con cui ieri il sindaco aveva puntualizzato che, in merito allo stato di disordine in cui si trova il Palazzo di Città, il Comune è parte lesa. Gemmato aveva anche specificato di aver chiesto alla polizia municipale di indagare per accertare chi possa essersi introdotto nei locali dell'aula consiliare per scattare le fotografie che stanno circolando sui social, testimoniando lo stato di caos in cui si trova la sede istituzionale. 

Il movimento politico ritiene tuttavia "vacue, fuorvianti, inconcludenti" le parole di Gemmato. "Anziché chiedere scusa per lo stato di abbandono di quei luoghi sacri se la prende con chi ha scattato quelle foto reo di aver commesso chissà quale reato! Ovviamente lui fa la parte della bella addormentata, come sempre. Non sa, non vede. Eppure basterebbe guardarlo anche da fuori il nostro splendido palazzo di città per rendersi conto dello stato di incuria e abbandono. Un Palazzo vuoto, abbandonato. Infissi rotti, pitture consumate, intonaci rovinati. Sporcizia ovunque. Lui non vede, dorme. E sposta il problema. La colpa è degli altri".

Città Civile sostiene, al contrario, che "le responsabilità sono chiare. La colpa è di questi amministratori incapaci e addormentati che non riescono, dopo nove anni, a portare a termine i lavori per ridare alla città il teatro. Eppure durante la campagna elettorale dicevano che era tutto pronto. Portavano i ragazzi (strumentalizzandoli) a visitare il teatro perché era tutto pronto. Bugie. La colpa è di questa amministrazione che senza le dovute autorizzazioni ha smembrato la sala consiliare riducendola in un cantiere abbandonato, fermo. La colpa è solo di questa amministrazione che ha permesso di ridurre in una discarica la sala del sindaco. Senza nessuna vigilanza. Tendaggi, mobili, faldoni contenenti documentazione. Immagini sacre, immagine del nostro Presidente della repubblica, dei martiri terlizzesi… tutto tra rottami e sporcizia. La colpa è solo di questa amministrazione che ha ridotto il Palazzo di Città in un palazzo vuoto, abbandonato, senza anima. Lui, il sindaco, non sapeva. Dormiva come sempre. Si Vergogni. Chieda scusa… e soprattutto si svegli!".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gioacchino Parisi ha scritto il 24 gennaio 2021 alle 06:55 :

    Bravi tutto vero quello che avete scritto concordo con voi complimenti x l’articolo Rispondi a Gioacchino Parisi