Il fatto

Coronavirus, altri 1377 casi e 19 decessi in Puglia

Il consueto bollettino regionale sull'andamento del contagio

Cronaca
Terlizzi sabato 21 novembre 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © n.c

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 21 novembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 9.803 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.377 casi positivi: 508 in provincia di Bari, 144 in provincia di Brindisi, 120 nella provincia BAT, 335 in provincia di Foggia, 101 in provincia di Lecce,161 in provincia di Taranto,7 residenti fuori regione, 1 caso di residenza non nota.

Sono stati registrati 19 decessi: 2 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 712.626 test.

10.612 sono i pazienti guariti.

30.420 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 42.180, così suddivisi:

16.489 nella Provincia di Bari;

4.717 nella Provincia di Bat;

2.943 nella Provincia di Brindisi;

9.771 nella Provincia di Foggia;

3.237 nella Provincia di Lecce;

4.723 nella Provincia di Taranto;

299 attribuiti a residenti fuori regione,

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 21.11.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/LSqRz

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Donatella ha scritto il 22 novembre 2020 alle 10:02 :

    Buongiorno. Terlizzi. Domenica 22 novembre ore 10.55. Da ora fino alle 13.00 circa sono iniziati gli assembramenti davanti a QUASI tutti i bar qui a terlizzi. Sono entrata proprio ora in un bar, due paste e un caffè (rigorosamente da portare via), e già c'era il bel gruppetto fuori. Venghino signori venghino. Si può anche consumare sul tavolino messo all'entrata. Caffetteria aperitivi stuzzicheria birre, e.... e tutto si può consumare sul posto. Domanda : ma non era consentito SOLO ASPORTO E DOMICILIO? Risposta..... aumma aumma....... Rispondi a Donatella

    Maria P. ha scritto il 22 novembre 2020 alle 22:03 :

    Non improvvisiamoci virologi e cerchiamo di ragionare senza farci spingere dalla paura generata da tv e comunicati istituzionali. Altrimenti vedremo in ogni concittadino un potenziale untore. Psicosi. Rispondi a Maria P.

    Donatella ha scritto il 23 novembre 2020 alle 23:24 :

    Signora lei scrive di virologi untori psicosi. Torniamo un attimo sulla terra. Dal 3 novembre in tutta la puglia i bar fino alle 22 dovrebbero fare solo asporto e domicilio. Lo sa? Lo ha ribadito anche il nostro gemmato in un ordinanza. Lo sa? Queste restrizioni sono state emesse per un motivo ben preciso. Per evitare assembramenti. Ok? A terlizzi si continua a consumare e bere davanti all'ingresso dei bar. Ora ha capito o vuole continuare a parlare di virologi untori e psicosi? Rispondi a Donatella

    Maria P. ha scritto il 24 novembre 2020 alle 10:06 :

    Calma signora. Mi deve scusare. Non esco molto in paese e ignoravo questa realtà. Se i bar si comportano in questo modo fanno male. Cosi non va bene. Mi scusi non avevo capito, stavo parlando di altre cose.

    Donatella ha scritto il 23 novembre 2020 alle 22:42 :

    Io sto parlando del fatto che i bar devono fare solo asporto e domicilio, mentre servono i caffè su quei tavolini messi ad arte all'ingresso, e poi che sono a terlizzi un naturale punto di assembramento. E questa mi parla di virologi, untori. Ma legge quello che scrivo o parla giusto per parlare? Boh Rispondi a Donatella

    Donatella ha scritto il 23 novembre 2020 alle 19:57 :

    Ma che vuoi? Rispondi a Donatella

  • Franco ha scritto il 21 novembre 2020 alle 20:42 :

    A che serve comunicare Ogni GIORNO il numero dei nuovi positivi (a volte è un nuovo tampone a un vecchio positivo) se non si distingue il numero degli asintomatici? A mettere più paura e preoccupazione di quanta ce n'è già? Rispondi a Franco