L'aggiornamento

Coronavirus, schizza il numero dei positivi: a Terlizzi siamo a 160

Lo ha comunicato il sindaco nel corso di una diretta fb, riportando i dati forniti dalla Protezione Civile

Cronaca
Terlizzi venerdì 20 novembre 2020
di La Redazione
gemmato
gemmato © n. c.

Ancora un incremento nel numero dei terlizzesi attualmente positivi al coronavirus.

Al momento i casi di contagio accertati in città sono 160. Lo ha comunicato il sindaco Ninni Gemmato nel corso di una diretta facebook nel tardo pomeriggio, riportando i dati forniti dalla Protezione Civile.

Il primo cittadino ha anche specificato, sempre sulla sua pagina social ufficiale, le modalità con cui interpretare l'ordinanza di chiusura delle attività commerciali alle 19, entrata in vigore ieri sera.

L’asporto di alimenti e bevande dopo le ore 19 continua regolarmente. L’ordinanza sindacale relativa alla chiusura anticipata dei negozi al dettaglio non riguarda le attività che fanno somministrazione di cibi e bevande.

Lo dico a beneficio soprattutto dei tanti cittadini che mi stanno chiedendo se possono continuare ad acquistare cibi e bevande presso bar, ristoranti, pizzerie, bracerie, paninoteche, con la modalità dell’asporto o con la consegna a domicilio.

Resta invece confermato lo stop alla vendita mediante distributori automatici h24, situati in appositi locali separati, dalle 18 alle 5 del mattino successivo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Fabio Catalano ha scritto il 21 novembre 2020 alle 20:58 :

    Voglio chiarire una cosa, per evitare (?) i soliti commenti acidi e polemici di chi non é d'accordo. Io non ho niente contro i bar pizzerie rosticcerie paninoteche kebabbari etc, é solo che in questo periodo la parola d'ordine é EVITARE ASSEMBRAMENTI E GRUPPETTI. E dove si creano gli assembramenti e i gruppetti? Esempio : stasera sabato 21, avevamo desiderio di panzerotti fritti. Sono andato da solo a piedi in una nota piccola rosticceria centralissima. Prendo 5 panzerotti pago esco, e puntualmente fuori una decina di ragazzotti che mangiavano panini e pizze con birre e coca in mano. Erano più o meno le 21 e 30. Forse a terlizzi sarebbe da fare dopo le 19 solo il domicilio per evitare queste scene. Rispondi a Fabio Catalano

  • Franco ha scritto il 20 novembre 2020 alle 20:58 :

    Dare il numero dei positivi non vuol dire assolutamente nulla se non si distingue tra asintomatici (la stragrande maggioranza) e non. E le prese in giro non possono durare per sempre. Rispondi a Franco

    Michele ha scritto il 22 novembre 2020 alle 18:39 :

    Bravo! Dillo , no anzi gridiamolo. Positivo non vuole neanche dire asintomatico , ma è il risultato di un test di cui non si conosce l'attendibilità. Rispondi a Michele

    Fabio Catalano ha scritto il 21 novembre 2020 alle 13:01 :

    Qui su terlizzilive non posso essere più chiaro. Ho dovuto essere sintetico, ma il concetto si é capito. Di nuovo. Rispondi a Fabio Catalano

    Fabio Catalano ha scritto il 21 novembre 2020 alle 12:59 :

    Buongiorno. Non so dopo quanto tempo leggerà queste righe. Come la pensa lei é molto chiaro. Si può anche non essere della stessa idea senza essere maleducati o aggressivi (non mi riferisco a lei). Mettiamo che su questi 160, 150 sono positivi ma ASINTOMATICI. Ok, lei ci metterebbe la mano sul fuoco che nessuno di quei 150 é in giro per il paese? Magari ha 18 20 anni e stasera é in giro senza mascherina a prendere il caffè davanti a qualche bar o fuori a qualche rosticceria? O magari a passeggiare in villa domani mattina? La saluto e le auguro buona giornata Rispondi a Fabio Catalano

    Franco ha scritto il 21 novembre 2020 alle 20:44 :

    Per fare un ragionamento scientifico e non solo esprimere pareri personali occorrono riferimenti a studi epidemiologici. Sennò ognuno spara la sua tesi. E la paura impedisce di ragionare. Rispondi a Franco

  • Fabio Catalano ha scritto il 20 novembre 2020 alle 19:55 :

    Signor Sindaco. Scrivo nella speranza (chissà), che Lei legga questi commenti su terlizzilive. Da quando é iniziata l'emergenza non ha mai preso un solo provvedimento. Ora ne ha preso uno, chiudendo alcune attività alle 19. La prego perché una sera non va in giro in paese per rendersi conto di persona come si intende la parola ASPORTO nelle paninoteche e rosticcerie che Lei ha lasciato aperte per fare solo asporto e domicilio? Le suggerirei un giro verso le 21. Buona giornata Rispondi a Fabio Catalano

  • Fabio Catalano ha scritto il 20 novembre 2020 alle 19:54 :

    ASPORTO DEFINIZIONE (alla buona) : chiedo aspetto prendo e porto via. ASPORTO A TERLIZZI. I bar (tutti), mettono un tavolino all'ingresso principale. Tu chiedi e se vuoi puoi consumare sul tavolino stesso o li vicino in piedi. Oppure (per chi lo ha), consumi in piedi all'uscita secondaria laterale. Tutto questo, ormai é lampante, tollerato da comune e polizia locale, evidentemente sotto scacco di alcune categorie commerciali. Se andate un po' in giro in paese, vi potete rendere conto che quello che ho scritto é vero. Rispondi a Fabio Catalano

    gioacchino tricarico ha scritto il 21 novembre 2020 alle 12:48 :

    se prendi un caffè fuori dal bar, te lo bevi lì su due piedi e te ne vai ... non vedo quale problema possa creare. se magari davanti al bar sosti in compagnia di altre persone, consumando o meno, bhè, allora lì potrebbe sorgere qualche problema ... comunque sostare in compagnia è reso davvero difficile. è questo il senso della restrizione. cordialità. Rispondi a gioacchino tricarico

    Fabio Catalano ha scritto il 22 novembre 2020 alle 22:14 :

    Caro signor tricarico sa cosa succede a tollerare? Domenica 22, ore 12,30 circa, passo in auto davanti ad un noto bar di terlizzi (via piave). Davanti al bar vedo dalle 20 alle 30 persone ammassate e tutte con birra o prosecchino in mano. Ho chiamato subito i vigili che sono subito intervenuti dopo 10 min circa (un plauso alla polizia locale). Con questa gente NON DEVE ESISTERE TOLLERANZA. I BAR DEVONO FARE SOLO ASPORTO E DOMICILIO. SOLO ASPORTO E DOMICILIO. Rispondi a Fabio Catalano

    Fabio Catalano ha scritto il 21 novembre 2020 alle 16:09 :

    I bar (non solo loro) devono fare SOLO asporto e domicilio. Se si tollera uno poi si crea il gruppetto e poi l'assembramento. RIPETO I BAR POSSONO FARE SOLO ASPORTO E DOMICILIO FINO AL 3 DICEMBRE. Vada in giro e guardi davanti agli ingressi dei bar c'é una sola persona o sono di più. Magari (se le va) guardi domani mattina domenica. Comunque anche se non la penso come lei le dico : se ci fosse più gente civile come lei, qui a terlizzi si vivrebbe molto meglio. Una buona serata. Rispondi a Fabio Catalano

  • Angela Cataldi ha scritto il 20 novembre 2020 alle 19:47 :

    È davvero preoccupante la situazione. Servono più restrizioni per attenuare la curva epidemiologica. Comunque, buona guarigione a tutti. E speriamo bene davvero per tutti noi. Rispondi a Angela Cataldi

    Michele ha scritto il 22 novembre 2020 alle 18:46 :

    Lei è gentile ad augurare la guarigione ma mi sfugge da cosa. Per conoscenza diretta, ci sono positivi che non evidenziano alcun malessere, e uno di questi non ha contagiato nessuno in famiglia, neanche un 60enne curato contro ipertensione. Rispondi a Michele