La sentenza

Il Tar: scuole aperte, ma le famiglie possono chiedere la didattica a distanza

Respinto il ricorso sull'ordinanza che aveva chiuso le scuole. Resta però efficace l'ordinanza 413 del 6 novembre secondo la quale la didattica resta in presenza, ma che consente alle famiglie di chiedere la didattica a distanza​

Cronaca
Terlizzi giovedì 19 novembre 2020
di La Redazione
La protesta dei bambini davanti a scuola
La protesta dei bambini davanti a scuola © CoratoLive.it

Le scuole pugliesi restano aperte, ma le famiglie possono chiedere di applicare ai figli la didattica a distanza.

È l'effetto della decisione del Tar Puglia che ha respinto il ricorso del Codacons Lecce e di alcuni gruppi di genitori contro l'ordinanza regionale del 28 ottobre che aveva di fatto chiuso le scuole in Puglia. I giudici hanno spiegato che il provvedimento in questione è stato superato sia dal Dpcm del 3 novembre che dalla successiva ordinanza regionale del 6 novembre.

Ne consegue, quindi, che resta efficace l'ordinanza 413 del 6 novembre (valida fino al prossimo 3 dicembre) secondo la quale la didattica rimane in presenza, ma che consente alle famiglie di chiedere per i propri figli la didattica a distanza.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 19 novembre 2020 alle 11:00 :

    Ponzio Pilato non avrebbe potuto fare di meglio. Nelle zone rosse le scuole sono aperte, non si capisce perché dovevano essere chiuse da Emiliano. La scuola non è un focolaio e chi lo sostiene, senza dati scientifici, è solo un allarmista disinformatore. O peggio un promoter del grande businnes delle compagnie telefoniche con la DAD. Rispondi a Franco