La precisazione

Gemmato: «5 dei 7 casi di positività al virus a Terlizzi sono collegati tra loro»

«Per quanto non si possano escludere altri casi accertati nelle prossime ore, il contagio è relativamente circoscritto a uno stesso "cluster"»

Cronaca
Terlizzi venerdì 11 settembre 2020
di La Redazione
Laboratorio Covid del Di Venere a Bari - Coronavirus
Laboratorio Covid del Di Venere a Bari - Coronavirus © n.c.

I positivi attuali al coronavirus a Terlizzi sono dunque sette.

Sull'argomento torna per alcune precisazioni il sindaco Ninni Gemmato, che sottolinea come 5 casi siano tra loro collegati, ovvero "allo stesso unico episodio di contatto sociale. Il che significa che, per quanto non si possano escludere altri casi accertati nelle prossime ore, il contagio è relativamente circoscritto a uno stesso 'cluster'”.

Il primo cittadino comprende lo stato di agitazione di molti cittadini, che cercano di ottenere - a volte utilizzando canali non verificati e "non ufficiali" - notizie sull'avanzata del virus in città. "Avverto grande apprensione tra i miei concittadini, dopo il balzo dei contagiati da Covid-19 avvenuto in questi ultimi giorni. Comprendo bene l’ansia, anche io sono preoccupato, è un fatto umano, ma questo è il momento di mantenere equilibrio e lucidità. Pretendere i nomi e i cognomi dei contagiati in spregio a qualsiasi norma sulla privacy, avventurarsi in ricostruzioni fantasiose, fare ipotesi su eventuali persone contagiate, mettere al bando i locali della città... no, non è questa la strada giusta. Nessuno sceglie di essere positivo al Covid-19: la condizione di contagiato non può diventare una colpa. Quello che dobbiamo fare, invece, è augurare a queste persone, tutti insieme, una pronta guarigione. Quello che dobbiamo fare è far sentire la nostra vicinanza a tutti gli esercizi commerciali della città già alle prese con una ripresa non facile. Quello che dobbiamo fare è riservare la massima fiducia nel lavoro delle autorità sanitarie dell’Asl. Esistono procedure definite per ricostruire la catena del contagio e tracciare i contatti stretti, protocolli di prevenzione specifici che vengono attivati in questi casi".

Gemmato assicura, da ultimo, la volontà di tenere aggiornati i cittadini in merito agli sviluppi futuri della questione coronavirus: "Resto in costante contatto con le autorità sanitarie e pronto ad adottare qualsiasi misura dovesse rendersi eventualmente necessaria, nell’ambito delle mie competenze. Ciò che tutti non dobbiamo dimenticare è continuare ad essere prudenti, rispettando tutte le norme di sicurezza anti Covid-19: distanziamento sociale, uso della mascherina e igiene delle mani. Vedrete che ce la faremo".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nicolò Vallarelli ha scritto il 11 settembre 2020 alle 12:48 :

    Ieri sera, 10/9 u.s. alle ore 20.30 circa, il Farma percorreva la villa. Mi sorprese che il FARMA camminasse in gran fretta, testa bassa e mascherina. Lui che non l'ha mai portata, neanche in CC. Con sè il FARMA, portava una bustina: mi sarò chiesto: - la porterà al partito di famiglia, saranno vitamine da dispensare agli "imbustatori". TERLIZZI rialzati! Rispondi a Nicolò Vallarelli

  • Angela Cataldi ha scritto il 11 settembre 2020 alle 12:39 :

    Tanta paura e ansia, è la questione SCUOLA!!! 😭 😭 Rispondi a Angela Cataldi

  • Angela Cataldi ha scritto il 11 settembre 2020 alle 12:38 :

    Certo che sì....ce la faremo!!! Rispondi a Angela Cataldi