La denuncia

Puliamo Terlizzi: «Ancora degrado e abbandono nell’area del Mercato dei Fiori»

L’associazione documenta la presenza di basole e rifiuti nel perimetro della struttura, esprimendo anche preoccupazione per la sicurezza di chi lavora sul posto

Cronaca
Terlizzi lunedì 04 marzo 2019
di Michele Colaleo
Puliamo Terlizzi: «Ancora degrado e abbandono nell’area del Mercato dei Fiori»
Puliamo Terlizzi: «Ancora degrado e abbandono nell’area del Mercato dei Fiori» © puliamo terlizzi

“Il Mercato dei Fiori versa ancora in una situazione indecorosa di degrado e sporcizia”. È quanto denunciato da Puliamo Terlizzi, che raccoglie le segnalazioni fotografiche di un floricoltore e posta sulla sua pagina Facebook le immagini delle aiuole perimetrali, il cui terreno è ricoperto di basole e rifiuti provenienti dalle attività mercatali, che aumentano giorno dopo giorno.

A nulla sembra essere servito dunque il primo comunicato in merito, risalente al 22 ottobre scorso. Già cinque mesi fa, infatti, l’associazione aveva mostrato e descritto in un post le condizioni di incuria in cui versava tutta la zona del parcheggio dell’immobile, trasformato in luogo di sversamento di immondizia di vario genere e di basole in pietra (provenienti probabilmente da Largo Lago Dentro).

Alla denuncia via social, si aggiunse allora una nota protocollata ed inviata al Comune, all’Ufficio Igiene ed all’Asipu, sollecitati a compiere azioni di bonifica e ripristino in una zona che ospita non solo il Mercato dei Fiori, ma anche numerosi uffici comunali, tra i quali quello Tecnico e quello del Sindaco.

“A distanza di cinque mesi non solo la situazione non è cambiata, ma è addirittura peggiorata”, sostiene Puliamo Terlizzi. “Si pone anche una questione di sicurezza per i lavoratori del mercato e per i visitatori, visto che le basole interessano la zona parcheggio”.

Visto il persistere delle condizioni di trascuratezza del sito, l’associazione “non esclude un intervento di pulizia in un’area che sarebbe di pertinenza del Comune”, nella quale tuttavia si impone la necessità di un’azione di bonifica, a tutela dell’ambiente, ma anche degli impiegati comunali e del personale del Mercato dei Fiori.

Lascia il tuo commento
commenti