Amministrazione ed eventi pubblici

Puliamo Terlizzi e Città Civile: «Gestione differenziata durante fiere e mercati è fuori controllo»

L’associazione ambientalista e il movimento politico documentano sulle loro pagine Facebook la condizione di corso Dante dopo la fiera di San Nicola

Cronaca
Terlizzi giovedì 06 dicembre 2018
di Michele Colaleo
fiera san nicola
fiera san nicola © puliamo terlizzi

Il 5 dicembre è una giornata di festa ed attesa per tutti i bambini, terlizzesi e non. Si aspetta l’arrivo di San Nicola, che tradizionalmente porta doni ai bimbi buoni e carbone a quelli cattivi.

La vigilia della ricorrenza popolare, che inaugura il programma delle festività natalizie, è stata celebrata anche quest’anno dall’amministrazione Gemmato, con la riproposizione della suggestiva discesa del santo di Myra dalla Torre dell’Orologio e del mercatino di giocattoli e dolciumi su corso Dante, meta dei tanti avventori che preparano i regali per il giorno successivo.

Qualcosa però deve essere andato per il verso sbagliato, perché San Nicola - forse non abbastanza soddisfatto dell’andamento della serata - assieme ai doni ha voluto disseminare tutto il corso di un tappeto di rifiuti, scatenando le proteste e le segnalazioni di tanti cittadini.

Ironia a parte, molti sono i terlizzesi che hanno protestato per le condizioni in cui i commercianti ambulanti hanno lasciato le strade della città, e Città Civile e Puliamo Terlizzi hanno raccolto e denunciato pubblicamente il malcontento.

“Continuiamo a non capire perché le regole che valgono per tutti i cittadini non vengano applicate agli ambulanti della fiera di San Nicola”, lamenta l’associazione ambientalista.

“Vi assicuriamo che la stessa situazione si ripresenta ogni martedì, su viale Italia, dopo il mercato settimanale”, le fa eco il movimento civico, per il quale sembra che “i commercianti siano legittimati a lasciare ogni tipo di rifiuti per terra". È una situazione che si ripropone anche in occasione dei tanti eventi pubblici nel corso dell’anno, e ciò “non è normale, come non è normale non controllare i luoghi delle feste durante e dopo la chiusura”.

La conseguenza, a detta di Puliamo Terlizzi, è che “gli operatori ecologici diventano schiavi a cui vengono affidati lavori che potrebbero essere tranquillamente evitati, per non parlare del fatto che quasi certamente questi rifiuti non verranno differenziati”.

Eppure le soluzioni ci sarebbero, ed anche su di esse le due realtà locali si trovano sostanzialmente d’accordo. Se infatti Daniela Zappatore, consigliere comunale di Città Civile, propone “di fornire ai commercianti contenitori e/o sacchetti per trattenere i rifiuti”, l’associazione chiede da tempo di “dotare le aree mercatali di alcuni punti di raccolta per gli imballaggi, opportunamente differenziati”.

Le due idee, se realizzate assieme, eviterebbero tanta sporcizia per le strade e porrebbero sullo stesso piano ambulanti e comuni cittadini, da tempo ormai abituati alla differenziata a domicilio.

Ci si chiede allora “perché la macchina amministrativa non sia in grado di risolvere questioni assolutamente innocue rispetto ai grandi problemi che la nostra comunità sta vivendo”. Si spera che le prime risposte positive possano arrivare già in occasione dei tanti eventi in programma per queste festività natalizie in città, con particolare attenzione al weekend del 15 e 16 dicembre, durante il quale si prevede una grande partecipazione di pubblico.

Saranno infatti i giorni del presepe vivente all’epoca di San Francesco, ideato dall’associazione Torre Normanna (a cui si deve la felicissima intuizione della rassegna di Notti Medievali), ambientato per la prima volta nel borgo medievale di Sovereto, che viene giustamente sempre più valorizzato e andrebbe curato in ogni suo aspetto, da quello storico-culturale a quello legato alla gestione amministrativa degli eventi che vi si organizzano. Il tempo c’è, ma ci deve essere anche la volontà di “non fare inspiegabilmente orecchie da mercante”, come chiosa in maniera pungente Puliamo Terlizzi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rossella ha scritto il 11 dicembre 2018 alle 23:04 :

    Sono anni che non vivo più a Terlizzi e ogni volta che mi reco in visita trovo il paese sempre più sporco...buste di immondizia buttate ovunque, escrementi di animali in ogni angolo del paese..assorbenti, preservativi, cibo..L'altra sera addirittura mentre passeggiavo col mio cane da un balcone (peccato non aver visto da che piano!) è volato un cartone di pizza! Sinceramente non ricordavo il mio paese così sporco...anzi penso non sia mai stato così come negli ultimi anni. Mi chiedevo a tal proposito ma questo è il risultato della raccolta differenziata o della gente ignorante che semina soltanto inciviltà a casa propria?! E mi chiedevo pure...possibile che non ci siano dei controlli che sanzionino certa gente? Peccato perché Terlizzi è una bella cittadina non amata però dai suoi abitanti! Rispondi a Rossella