La segnalazione

«Molestata verbalmente da un gruppo di uomini al mare soltanto perché ero in topless»

La testimonianza di una donna, che racconta la disavventura vissuta l'altro ieri sulla spiaggia retrostante il Duomo, a Molfetta

Attualità
Terlizzi martedì 25 agosto 2020
di La Redazione
Frangiflutti alle spalle del Duomo
Frangiflutti alle spalle del Duomo © n.c.

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia di una lettrice che testimonia la disavventura vissuta l'altro ieri su una delle spiagge di Molfetta.

La donna stava prendendo il sole in topless quando è stata attorniata da alcuni uomini, che l'hanno molestata verbalmente, in branco, per la sua libera scelta.

La denuncia della donna è indignata, anche per il tenore volgare dei commenti degli astanti, alcuni dei quali erano - specifica - sposati. La spiaggia era quella retrostante il Duomo di Molfetta.

Di seguito lo sfogo della donna.

Ieri mattina in spiaggia, a Molfetta sui frangiflutti alle spalle del Duomo, sono stata molestata. Sono stata molestata da un branco, perché di animali si trattava, di 6-8 uomini tutti sulla sessantina. Il primo di loro, che avevo già visto nei giorni scorsi, si è piazzato a meno di due metri da me. Appena è arrivato ha iniziato a richiamare l'attenzione dei suoi amici, che stavano più lontani, tutti con le loro mogli: "Venite, venite a vedere lo spettacolo". Hanno iniziato ad avvicinarsi lentamente, io li percepivo alle mie spalle, li notavo con la coda dell'occhio. Alcuni di loro, tre o quattro hanno iniziato a tuffarsi in acqua e a circumnavigare a bracciate lo scoglio sul quale mi trovavo, a pronunciare battute squallide e volgari in dialetto, con quel tono tipico delle mie parti composto più che da parole articolate da suoni gutturali tipici di chi sta un paio di gradini indietro nella scala evolutiva rispetto al Sapiens.

Si chiamavano l'un l'altro, ridacchiavano, indicavano. La mia "colpa" era quella di essermi messa al sole in topless, su uno scoglio più lontano dagli altri, per rilassarmi e godermi la giornata e abbronzarmi come avevo voglia di fare. Sono stata accerchiata da un branco, molestata verbalmente e con atteggiamenti disgustosi da uomini che erano al mare con le loro compagne e che non li hanno fermati; e non per gelosia, ma per incapacità di capire cosa i loro uomini e i padri dei loro figli stavano facendo a un'altra donna. Nel frattempo scrivevo al mio compagno cosa stava succedendo, lui mi ha chiamato infuriato e preoccupato. Io l'ho rassicurato sul fatto che me la sarei cavata, li avrei ignorati o a un certo punto avrei reagito. Gli ho detto al telefono, alzando la voce, che avrei chiesto l'intervento dei Carabinieri se fosse stato necessario. L'ho detto a voce molto alta, in modo che sentissero, ma sempre dando loro le spalle, perché nessuno ha visto il mio seno nudo, ma solo la mia schiena e i miei glutei in un perizoma nero.

Ieri mattina sono stata molestata da otto uomini, in pieno giorno, in pieno centro, in una spiaggia pubblica a Molfetta. Perché prendevo il sole a seno scoperto, nel 2020. Io non mi sono mossa di un metro, non ho indossato il pezzo mancante del costume nemmeno per tuffarmi in mare. Non mi sento scossa, sono solo incazzata. Sono incazzata per il fatto che questi luridi porci vadano in giro, con i loro decenni di vita sulle spalle, mogli e figlie e magari nipoti, a molestare delle donne. Perché se lo hanno fatto stamattina, lo hanno già fatto e lo rifaranno. Da Molfetta, città turistica, Anno Domini 1250, è tutto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Ventaglieri ha scritto il 27 agosto 2020 alle 12:04 :

    Penso che quei PRESUNTI hombre si son comportati così solo xkè in presenza delle loro famiglie, presunti PURITANI, magari sono gli stessi che si fanno pippe e vanno pure a prostitute, già xkè se nn ci fossero quelli che vanno a prostitute le stesse nn prolificherebbero sulle varie strade che circondano le ns città. Detto ciò vorrei far emergere che un seno al sole nn è volgare se non nei ns occhi se lo guardiamo con libidine.....è solo una parte del ns corpo Rispondi a Michele Ventaglieri

  • gioacchino tricarico ha scritto il 25 agosto 2020 alle 12:45 :

    Signora mi scusi, anzi ci scusi, ma qui non siamo a Ibiza, siamo a Molfetta ... Molfetta, in provincia di Bari, non Cap d'agd, non è esattamente una delle città più progressiste del mondo ... Lei lo sapeva vero? ci scusi. Rispondi a gioacchino tricarico

  • If ha scritto il 25 agosto 2020 alle 11:25 :

    Deve fare pui controllo anche gui prima calla .. x sta anche uomi anziani .. con 🐟fuoir . E nn tanto normale questo . Fai pui controllo gui spiaggiò.dierto imps .. vergogna!!! Questi uomini. Hanno un eta .. io capitio e un spiaggiò libero!! Ma no così .. Rispondi a If

  • Rocco Paparella ha scritto il 25 agosto 2020 alle 10:40 :

    Ma decoro no? Poi se non sbaglio è atti..... In pubblico? Rispondi a Rocco Paparella

    If ha scritto il 25 agosto 2020 alle 15:26 :

    Hai capitio bene sono anni che va gui spiaggiò. Ero un vergogna. Verder una cos’è in genere. Mi sono preso asugamano e sono andato via . Rispondi a If

  • Veronica ferri ha scritto il 25 agosto 2020 alle 10:11 :

    Le sue parole la dicono tutta....topless e perizoma. E si compiace del fatto che nonostante tutto...abbia continuato a rimanere senza il pezzo mancante e con i glutei al vento coperti da un filo di perizoma....ma per favore!!! Al "branco" nessuno da certamente diritto di comportarsi da animali....ma lei se l'è cercata!! Rispondi a Veronica ferri

    gioacchino tricarico ha scritto il 25 agosto 2020 alle 15:55 :

    ecco un commento sagace, civile, pertinente, progressista e pieno di buon senso, come quelli che declamano che la ragazza in minigonna, se viene stuprata, se l'è cercata. la ragazza in burqua, invece, ha molte più probabilità di passarla liscia. giusto? Rispondi a gioacchino tricarico

    Ferri Veronica ha scritto il 26 agosto 2020 alle 09:56 :

    La signora ha continuato incurante dei commenti animaleschi, a rimanere al suo posto come mamma l'ha fatta....ha provocato ancor più la "brutalità" degli individui. Se l'è cercata perché non ha fatto nulla per smorzare i loro animi... tutt'altro...come dice lei è restata "chiappette coperte dal perizoma all'aria e seno al vento". Signor Tricarico"apprezzo" il suo...sarcasmo... Ma ripeto che la signora in questione si è cercata la situazione imbarazzante...non quando era lì.."in disparte" ma quando "il branco" ha continuato ad "aggredirla verbalmente". Sorvoliamo sul fatto che una ragazza in minigonna se la cerchi.....abbiamo esempi che...mi chiedo davvero dove siano le mamme di queste ragazzine quando escono di casa... Al limite del decoro e della decenza Rispondi a Ferri Veronica

  • Mimmo Volpe ha scritto il 25 agosto 2020 alle 10:09 :

    la differenza culturale di un popolo rispetto ad un altro lo si nota in tanti modi. Questo è uno di quelli che ti fa sentire in colpa anche se non c'entri nulla. Credo che alla base di tutto ci siano forti responsabilità della famiglia, in primis, e della scuola , poi. Se la ns classe dirigente pensa solo ai soldi facili e non ad investire in cultura, educazione e formazione, l'evoluzione sarà sempre di più una curva discendente. Rispondi a Mimmo Volpe

  • Rino ha scritto il 25 agosto 2020 alle 05:50 :

    Topless e perizoma....... Rispondi a Rino