Una delibera di giunta ha affidato la rinaturalizzazione dell'area al circolo locale

Il Comune "affida" La Padula a Legambiente. Puliamo Terlizzi: «Ignorate decine di nostri interventi»

«Non è stato menzionato il lavoro di decine di volontari che per anni hanno letteralmente svuotato quell'area da decine di tonnellate di rifiuti che la rendevano una delle peggiori discariche a cielo aperto dell'agro»

Attualità
Terlizzi venerdì 14 agosto 2020
di La Redazione
Il Comune
Il Comune "affida" La Padula a Legambiente. Puliamo Terlizzi: «Ignorati decine di nostri interventi» © puliamo terlizzi

Puliamo Terlizzi commenta la notizia della Delibera di Giunta che concede l'area di pregio paesaggistico della Padula a Legambiente al fine di rinaturalizzarla.

"Notizia grandiosa, sono anni che sogniamo di vedere quell'area riportata dapprima al minimo decoro e poi al top della funzione paesaggistica attraverso la rinaturalizzazione. Siamo davvero entusiasti e ci congratuliamo con l'Associazione che ha deciso di prendere in carico questo progetto", scrive in una nota il collettivo, che tuttavia osserva: "Di contro però facciamo pervenire tutta la nostra indignazione per non aver affatto menzionato il lavoro di decine di volontari che per anni hanno letteralmente svuotato quell'area da decine di tonnellate di rifiuti che la rendevano una delle peggiori discariche a cielo aperto dell'agro. Fatica e sudore che continuano tutt'oggi a essere versati per mantenerla una piccola oasi (qualche settimana fa l'ultimo intervento) e per curare gli alberi che sono stati messi a dimora nell'ultimo periodo (il leccio in ricordo di Gioacchino Bisceglia, il noce per Paul Cappelli e altri)".

Puliamo Terlizzi rivendica il fatto che La Padula sia ormai un luogo che versa in buone condizioni e di conseguenza non ha bisogno di alcun intervento di sorta, a differenza di quanto lascerebbe trapelare la nota di Legambiente Terlizzi. A dimostrazione di ciò, Pt invita a guarda le immagini - qui allegate - "dal 2013 ad oggi di alcuni delle decine di interventi effettuati in questi anni dai nostri volontari per cambiare radicalmente il volto di quell'area. Esprimiamo biasimo per la mancanza di riconoscimento da parte di Legambiente Terlizzi nei confronti di un lavoro lungo e durissimo che alla fine gli ha consegnato un'area che attualmente, contrariamente a quanto afferma il circolo, non necessita più di alcuna bonifica, perché di fatto adottata e trasformata da Puliamo Terlizzi sin dal lontano 2013".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • G.pp ha scritto il 15 agosto 2020 alle 10:32 :

    Il proverbio non sbaglia mai......... Rispondi a G.pp