L'iniziativa

Grandinata 3 agosto, Agricoltura Progresso: «La categoria chieda lo stato di calamità alla Regione»

La Cooperativa Agricoltura Progresso si è fatta promotrice di un dibattito con le associazioni di settore e le istituzioni locali in merito ai danni causati dal maltempo e al futuro della categoria

Attualità
Terlizzi venerdì 07 agosto 2020
di La Redazione
Violenta grandinata su Terlizzi
Violenta grandinata su Terlizzi © terlizzilive

Si è abbattuta pochi giorni fa - il 3 agosto - nelle campagne di Terlizzi una violenta grandinata che ha rovinato diversi terreni coltivati.

In merito ai danni causati dal maltempo la Cooperativa Agricoltura Progresso si è fatta promotrice di un dibattito con le associazioni di categoria e le istituzioni locali.

"Sebbene al momento le contrade maggiormente colpite dalla grandine siano Ciurcitano, Macchia La Manna, Gurgo, Fondo rotondo, Pozzo Cavalieri e Camarelle, l’intero areale terlizzese rischia molto anche in quest’annata olivicola - si legge in una nota della cooperativa -. Non possiamo permetterci un altro anno senza olive”, sottolinea il presidente Pasquale Memola. “Non dopo quello che abbiamo vissuto la scorsa primavera. Serve un aiuto concreto da parte delle istituzioni, motivo per cui ci appelliamo ai sindacati per supportare la nostra richiesta, uniti!”

L’obiettivo di Agricoltura Progresso è quello di riunire Coldiretti, Cia, Coopagri e Confagricoltura insieme agli agricoltori per richiedere ufficialmente lo stato di calamità e riuscire a venir fuori da una situazione che si prospetta a detta della categoria molto complessa.

“Dopo il disastro economico provocato dall’emergenza sanitaria recente”, continua il presidente Pasquale Memola, “ci troviamo a dover prevenire con tutte le nostre forze la possibilità di un mancato reddito agricolo anche quest’anno, o non riusciremo a venir fuori da questa situazione di crisi del settore".

"Per evitare l’insorgere di fitopatie conseguenti alla grandinata sulle piante danneggiate ed in particolare sull’olivo”, aggiunge Michele Volpe, agronomo della Cooperativa, “occorre intervenire immediatamente con trattamenti rameici al fine di cicatrizzare le ferite procurate.”

"Il contributo sociale ed informativo della Cooperativa Agricoltura Progresso spinge ancora una volta ad una riflessione sull’importanza della cooperazione tra le realtà contadine, soprattutto del sud Italia, nella speranza che in questi momenti di difficoltà, questo possa essere uno spiraglio di luce per l’intero settore agroalimentare", conclude il comunicato di Ap.

Lascia il tuo commento
commenti