Il progetto è vincitore del bando Puglia Partecipazione

"Auand!", quattro associazioni terlizzesi assieme per una città senza barriere architettoniche

Stasera - ore 19 - la presentazione dell'iniziativa congiunta di La Garra, WondeRadio, Vico IV Mazzini e Centro Studi Architetto Gargano

Attualità
Terlizzi giovedì 06 agosto 2020
di La Redazione
Barriere architettoniche
Barriere architettoniche © n.d.

Sarà presentato questa sera nella sede del circolo Arci terlizzese La Garra il progetto "Auand".

L'iniziativa, portata avanti in collaborazione con altre tre associazioni terlizzesi - la radio fatta assieme alle persone affette da disabilità WondeRadio, il collettivo teatrale Vico IV Mazzini, il Centro Studi Architetto Michele Gargano - è vincitore del bando regionale "Puglia Partecipazione" ed è specificatamente dedicata all'universo della disabilità e alla sua relazione con lo spazio della città. In particolare, affermano i promotori, "mira a sensibilizzare l'opinione pubblica attraverso il coinvolgimento della comunità in un percorso per l'abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel nostro paese".

"Vi siete mai interrogati sul significato del termine 'progettare'?", si legge nel comunicato di presentazione dell'evento. "Vuol dire gettare avanti: gettare avanti sé stessi e le proprie idee, partire da delle utopie e dargli gradualmente forma, così da innestare nella propria società qualcosa di nuovo e di concretamente reale. La progettazione di 'Auand!' è stata lunga, è partita un anno fa e non si è mai fermata neanche nel periodo del più rigoroso lockdown, tra videoconferenze e difficoltà. È gettando avanti qualcosa che ci è divenuto possibile immaginare una Terlizzi in cui non ci sono più barriere e in cui vengono garantite pari possibilità a tutti"

"Auand!" è il monito che nella nostra città si utilizza comunemente quando si vuole avvertire qualcuno di un pericolo imminente. "Chi vive una condizione di disabilità motoria nella nostra città ha sempre bisogno di un sostegno, di un 'auand' che lo aiuti a superare le innumerevoli barriere architettoniche per compiere gli spostamenti giornalieri. Alcuni luoghi pubblici, a Terlizzi, sono addirittura inaccessibili. 'Auand' è una parola che contiene in sé la cura verso l'altro, il sentimento di mutuo sostegno e di sincera preoccupazione verso chi vive una condizione di difficoltà. Il progetto, promosso dall'incontro di numerose associazioni attive sul territorio comunale, è animato da questi stessi sentimenti e ha come obiettivo quello di promuovere la cultura della collaborazione per la creazione di una città che sappia garantire a tutti i medesimi diritti, nello specifico il diritto alla mobilità".

Il progetto “Auand” è solo la prima fase, auspicano le associazioni, di un percorso di partecipazione, che miri al superamento di tutte le barriere (architettoniche e culturali) che limitano la mobilità di ogni singolo cittadino e allo stesso tempo riaffermi che la partecipazione del cittadino alla vita democratica è un principio che discende direttamente dal diritto di sovranità popolare e dal diritto di cittadinanza.

La presentazione, in cui prenderanno la parola i rappresentanti delle associazioni partner, comincerà alle 19 davanti alla sede de La Garra in Corso Dante, 26. L'evento sarà realizzato nel rispetto delle normative anti-Covid.

Lascia il tuo commento
commenti