"Io non respiro. Società, Stato e Cittadini ai tempi del Covid-19"​

Ilaria Cucchi ospite del Festival per la Legalità

Presentata la IX edizione della kermesse dedicata a temi civili, politici e sociali organizzati dalla omonima associazione terlizzese

Attualità
Terlizzi giovedì 25 giugno 2020
di La Redazione
Ilaria e Stefano Cucchi
Ilaria e Stefano Cucchi © n. c.

Varata l'edizione 2020 del Festival per la Legalità. Si tratterà di una rassegna interamente on line, con incontri e dibattiti svolti integralmente in videoconferenza, compatibilmente alle direttive della Presidenza del Consiglio in materia di emergenza coronavirus.

La nona edizione è intitolata, in accordo ai principali temi dell'attualità, "Io non respiro. Società, Stato e Cittadini ai tempi del Covid-19" e andrà in onda sulla pagina ufficiale facebook e sul canale ufficiale youtube del festival. Tre gli appuntamenti in programma, che l'omonima associazione organizzatrice definisce "intensi e notevolmente interessanti"

Gli ospiti del primo appuntamento, previsto per sabato 4 luglio, saranno Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, Fabio Anselmo e Daniela Marcone. "A raccontarci l’intricata vicenda umana e processuale sarà Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, morto a soli 31 anni, il 22 ottobre 2009, mentre era sottoposto a custodia cautelare. Ilaria, sin dal decesso del compianto fratello, si è fatta promotrice di una vera e propria campagna indagatrice alla ricerca di un’atroce verità. Una donna determinata a far luce sulle zone d’ombra della giustizia che sarà affiancata durante l’incontro web da Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi. Ad apportare il suo contributo ci sarà anche Daniela Marcone, vicepresidente di Libera", si legge in una nota di Città Civile.

Giovedì 9 luglio sarà la volta di Giovanni Moro e Rocco D’Ambrosio, che affronteranno il tema della cittadinanza attiva quale volano di inclusione sociale. Giovanni Moro è un sociologo e polititologo e presenterà il suo ultimo libro “Cittadinanza” (ed. Mondadori Università), in cui analizza il fenomeno della cittadinanza democratica partendo da tre fondamentali componenti: l’appartenenza come status e identità; la correlazione fra diritti e doveri; infine, la partecipazione. Nella sua dissertazione sarà affiancato da Rocco D’Ambrosio, presbitero, politologo presso l’Università Gregoriana, nonché giornalista impegnato nella formazione dell’impegno sociale e politico.

Da ultimo, lunedì 13 luglio, interverrà Paolo Borrometi, giornalista e scrittore di origini siciliane, che vive sotto scorta, poiché nel corso degli anni ha subito numerose minacce da parte di esponenti mafiosi per via della sua instancabile attività d'inchiesta. È vicedirettore dell'Agenzia Giornalistica Italiana (AGI), oltre a ricoprire l'incarico di consigliere della Federazione Nazionale della Stampa. È, inoltre, presidente di Articolo 21.

Il Festival per la Legalità è stato organizzato in partnership con Libera e Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia).

Il Festival è anche un'opportunità di formazione giornalistica. Pertanto per chi volesse ricevere gratuitamente l'attestato di partecipazione può compilare il form al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/1gxcJCj-mIAlmw6L_S...

La conferenza stampa di presentazione tenutasi sabato 20 giugno può essere riascoltata al link https://www.facebook.com/FestivalPerLaLegalita/vid... .

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rino Gaeta ha scritto il 26 giugno 2020 alle 20:34 :

    Ne faremmo volentieri a meno. Rispondi a Rino Gaeta

  • Alex ha scritto il 26 giugno 2020 alle 14:52 :

    siete proprio convinti che Ilaria Cucchi debba fare da testimonial per un festival sulla legalità? Rispondi a Alex