Dalla Giunta Regionale

Ticket, l'esenzione dal pagamento è prorogata fino al 30 settembre

La proroga si è resa necessaria per evitare che i cittadini si debbano presentare negli uffici delle Asl per rendere l'autocertificazione, nel caso non siano presenti negli elenchi degli esenti

Attualità
Terlizzi domenica 22 marzo 2020
di La Redazione
Ticket sanitari
Ticket sanitari © n.c.

La Giunta Regionale, riunitasi questa mattina in videoconferenza, ha disposto la proroga automatica fino al 30/09/2020 della validità dei codici di esenzione dal pagamento del ticket per motivi di reddito, rilasciati a seguito di autocertificazione resa nel corso del 2019, in scadenza al 31/3/2020. La proroga si applica ai seguenti codici di esenzione:

o assistiti di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98€ (codice E01);
o disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E02);
o titolari di pensione sociale e loro familiari a carico (codice E03);
o titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E04);
o assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo complessivo fino a 18.000,00 €, incrementato di 1.000,00 € per ogni figlio a carico (codice E94);
o assistiti di età superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo, complessivo non superiore a 36.151,98 € (codice E95);
o assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo fino a 23.000,00 €, incrementato di 1.000,00 € per ogni figlio a carico (codice E96).

I codici E03 e E04 valgono per l'esenzione per viste ed esami specialistici e per l'acquisto di farmaci;
I codici E01 e E02 valgono per l'esenzione per visite ed esami specialistici;
I codici E94, E95 e E96 valgono per l'esenzione totale o parziale per l'acquisto di farmaci.

La proroga si è resa necessaria per evitare che i cittadini si debbano presentare negli uffici delle Asl per rendere l'autocertificazione nel caso non siano presenti negli elenchi degli esenti forniti annualmente dall'Agenzia delle Entrate per il tramite del sistema Tessera Sanitaria, evitando il rischio di sovraffollamenti che non consentono il rispetto della distanza di sicurezza prevista come misura di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Non è pertanto necessario recarsi al distretto sociosanitario per il rinnovo dell'esenzione né per ottenere l'attestato di esenzione. I codici di esenzione sono gestiti in modalità telematica e sono disponibili in automatico ai medici in fase di prescrizione.

Resta fermo che l'assistito è responsabile di un eventuale utilizzo improprio dell'attestazione di esenzione all'atto della prescrizione, qualora si siano modificate le condizioni in modo da determinare la perdita del diritto, ed è suscettibile dell'applicazione delle sanzioni previste dalla normativa in materia di autocertificazione (artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i.).

I cittadini che vogliono rendere comunque l'autocertificazione al fine di avere un attestato di esenzione valido fino al 31/3/2021 possono usare il servizio online disponibile accendendo al sistema TS. Per informazioni su tale servizio visitare il portale regionale della salute.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mariana Pandelea ha scritto il 23 marzo 2020 alle 13:22 :

    Io e mia figlia dobbiamo fare anche rinnovo del medico di famiglia come posso fare ? Rispondi a Mariana Pandelea

  • Concetta Aliotta ha scritto il 23 marzo 2020 alle 13:00 :

    Per tutta Italia? Rispondi a Concetta Aliotta

  • Cammareri francesca ha scritto il 23 marzo 2020 alle 06:55 :

    A me scade il 31 di questo mese sono disoccupata ho il compagno che lavora quando mi tocca fare l esenzione Rispondi a Cammareri francesca