Oggi

Anniversario dell'arresto di Pappagallo e Gesmundo, anche il I Circolo a Roma. Il programma

Si celebreranno oggi le iniziative organizzate dal circolo Anci di Terlizzi e di Roma per ricordare l’arresto dei due terlizzesi ad opera delle SS nel 1944

Attualità
Terlizzi sabato 01 febbraio 2020
di La Redazione
gesmundo e pappagallo
gesmundo e pappagallo © TerlizziLive

Si celebreranno oggi le iniziative organizzate dal circolo Anci di Terlizzi e di Roma per ricordare l’arresto di Don Pietro Pappagallo e Gioacchino Gesmundo, entrambi destinati all'eccidio delle Fosse Ardeatine.

I nostri due concittadini furono catturati dalle SS il 29 gennaio del 1944, rispettivamente in Via Urbana 2 e in via Licia 56, e successivamente rinchiusi nelle prigioni di Via Tasso (oggi sede del Museo Storico della Liberazione) e il 24 Marzo furono condotti alla Cave sulla via Ardeatina e trucidati da nazifascisti insieme ad altri 333 inermi tra prigionieri politici ed antifascisti. Cade quest'anno il 76esimo anniversario di questa tragica pagina della storia del Novecento.

Parteciperanno anche quest’anno (per il quarto anno consecutivo) gli alunni e i docenti della scuola "Don Pietro Pappagallo".

La manifestazione, organizzata dalla sezione Anpi “Don P. Pappagallo” di Roma insieme alla sezione Anpi “Don P. Pappagallo - G. Gesmundo” di Terlizzi, prevede una vera e propria “Passeggiata della Memoria”, che partirà alle ore 12 dal Liceo Scientifico “Cavour”, dove ha insegnato il professor Gesmundo, con alcuni interventi di studenti e docenti. La giornata proseguirà nel pomeriggio alle ore 16 in via Urbana, dove ci sarà il ricordo di Don Pietro Pappagallo, alle ore 17 presso la targa di via degli zingari verranno invece ricordate le vittime della deportazione degli ebrei, dei rom, dei sinti e dei camminanti, infine alle ore 19 è prevista una messa presso la chiesa di Santa Maria ai Monti.

La delegazione della Scuola Pappagallo sarà guidata dal dirigente scolastico Giovanni Cassanelli e dai docenti Giovanna De Manna, Gioacchino Giacò, Claudia Ranieri e Giuseppe Volpe.

Oltre alla delegazione della scuola primaria parteciperà una delegazione dell’Anpi di Terlizzi e dei familiari di Don Pietro Pappagallo.

"La nostra Scuola è fortemente impegnata sui temi della memoria non come mero esercizio commemorativo ma come strumento di conoscenza generativo di cambiamento. E la figura di Don Pietro Pappagallo, a cui è intitolata la nostra Scuola, rappresenta un esempio di maestro ed educatore di vita, impegnato in prima persona contro ogni forma di odio e di violenza, per una società libera e plurale, accogliente ed inclusiva", si legge in un comunicato del I Circolo Didattico.

Lascia il tuo commento
commenti