Gli auguri agli studenti

Primo giorno di scuola, il messaggio del sindaco

In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico 2019-2020, il sindaco Ninni Gemmato ha trasmesso il seguente messaggio augurale a tutte le scuole di ordine e grado di Terlizzi

Attualità
Terlizzi venerdì 13 settembre 2019
di La Redazione
intervista a gemmato
intervista a gemmato © TerlizziLive

In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico 2019-2020, il sindaco Ninni Gemmato ha trasmesso il seguente messaggio augurale a tutte le scuole di ordine e grado di Terlizzi.

Innamoratevi del sapere ed esercitatevi alla curiosità: questo è l’augurio che rivolgo alle ragazze e ai ragazzi che in questi giorni tornano nelle aule per un nuovo anno scolastico.

L’amore per la conoscenza ispiri ogni giorno il vostro percorso scolastico, la vostra vita direi. Svegliatevi presto al mattino e incamminatevi non verso la scuola dell’obbligo, piuttosto verso una scuola di felicità. Correte incontro ai vostri talenti e ricordatevi di mettere sempre nello zaino il rispetto, la solidarietà, il desiderio di essere donne e uomini perbene, l’ambizione di diventare protagonisti del futuro. Lo studio sia per voi allegria, la scuola sia un’altra casa, gli insegnanti siano un riferimento sicuro, il desiderio di cultura sia il vostro miglior passatempo.



Noi Amministratori, tutti, faremo la nostra parte impegnandoci a rendere migliori le infrastrutture materiali e immateriali che sorreggono le scuole cittadine. Le difficoltà non mancheranno, ma vi chiediamo di aver fiducia perché le affronteremo lavorando sempre al fianco di chi vive la scuola quotidianamente. La necessità di garantire più sicurezza, funzionalità e comfort alle nostre dotazioni scolastiche rappresenta una esigenza preminente. Lavoriamo per garantire alla nostra città un’offerta formativa competitiva e ai nostri giovani un futuro all’altezza delle loro aspirazioni.

La scuola sia dunque terreno di condivisione di idee, non più fomento di rancore o di paure così lontane dalla verità da assomigliare a un parto di ignoranza o di malafede. Seminare odio non è più accettabile. L’onestà intellettuale, il dialogo e la lealtà laboriosa tra rappresentanti dello Stato restino le uniche regole della grammatica istituzionale.

La scuola è il motore dello sviluppo delle nuove generazioni e dell’economia. Tutti insieme - amministratori, dirigenti, l’intera comunità scolastica - abbiamo il compito di fare squadra per offrire ai nostri ragazzi le migliori premesse per il loro futuro, ché è anche il futuro della Città. Possiamo e dobbiamo lavorare insieme affinché la scuola sia sempre palestra di cittadinanza e legalità, laboratorio di inclusività e solidarietà, insegnamento del rispetto verso le persone, l’ambiente e il patrimonio pubblico.

Dunque buon anno scolastico a tutti. Sinceri auguri di buon lavoro.

Lascia il tuo commento
commenti