Domenica alle 18

Puliamo Terlizzi lancia una nuova sfida ecologica: la raccolta di mozziconi su due ruote

L'onda verde dei partecipanti alla terza edizione di "Una cicca un litro" avanzerà in bicicletta

Attualità
Terlizzi martedì 10 settembre 2019
di Michele Colaleo
780 mozziconi di sigarette raccolti grazie all'evento
780 mozziconi di sigarette raccolti grazie all'evento "1 cicca 1 litro" © Puliamo Terlizzi

"Una cicca un litro + bici + info" è il titolo che riassume la formula pensata dai volontari di Puliamo Terlizzi per il nuovo intervento di pulizia delle strade cittadine.

L'iniziativa va a replicare il successo delle altre due giornate di raccolta collettiva di mozziconi organizzate dall'associazione (il 26 giugno e il 4 luglio scorsi), con l'aggiunta di una passeggiata in bici che toccherà alcuni luoghi simbolici della città.

Il serpentone verde che si snoderà lungo le vie di Terlizzi, oltre a bonificare asfalto e marciapiedi da cicche di sigarette ed altri piccoli rifiuti, sarà anche uno sportello informativo mobile sui criteri della raccolta differenziata, sull'importanza della mobilità sostenibile, sull'abbandono dei rifiuti e sulla lotta ai roghi tossici.

La partecipazione all'evento permetterà ai cittadini di contribuire ad incrementare il sorprendente bottino di circa 1200 mozziconi finora recuperati - ci sarà una vera e propria "gara" con premio finale - e di ottenere importanti informazioni e risposte sulla realizzazione di una corretta raccolta differenziata domestica.

L'appuntamento per tutti i ciclisti volenterosi è per questa domenica alle 18 nei pressi della sede di Puliamo Terlizzi (in Corso Dante 26), oppure alle 18.30 presso il Palafiori, o ancora alle 19.30 in Largo La Ginestra.

Tutto il materiale utile alla raccolta sarà messo a disposizione dai membri dell'associazione.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Spina nel fianco ha scritto il 13 settembre 2019 alle 17:37 :

    Questa iniziativa scoppiazzata da quelle sulle spiagge dove per 1 bottiglia di mozziconi si guadagnava 1birra non mi sembra molto diversa dal lavoro che dovrebbero fare i netturbini.Sarebbe molto piû proficuo incentivare campagne antifumo o punire con ammende chi lascia mozziconi per strada. Rispondi a Spina nel fianco

  • Franco ha scritto il 10 settembre 2019 alle 16:44 :

    A sentir loro il problema sarebbero le cicche per terra, non tanto l'inquinamento che la sigaretta fumata lascia nei polmoni degli individui. Insomma puliscono il mondo ma lasciano che gli umani si inquinino. Rispondi a Franco

    pietro ha scritto il 14 settembre 2019 alle 12:23 :

    Giusto che sia così. Giusto tutelare l'ambiente e difenderlo da coloro che non sono nemmeno in grado di tutelare se stessi. Ogni fumatore decide deliberatamente di distruggere lentamente.. Rispondi a pietro

  • salvatore di gennaro ha scritto il 10 settembre 2019 alle 05:31 :

    Anche a Terlizzi si sottovaluta il problema della maleducazione, affrontandolo con iniziative per me incongrue. Ho svolto il ruolo di professore volontario pomeridiano in una scuola media di Corato. Mi sono subito accorto che il problema dei giovani non era quello di combattere l'ignoranza per essere poi promossi (dato che dal 1968 i vari diplomi vengono "regalati" e la cultura generalizzata, che permette di affrontare vari argomenti, non è più richiesta dalla società), ma la maleducazione. Cercai di far capire ai miei colleghi come sarebbe stato opportuno che ognuno di loro avesse sacrificato 5 minuti della propria lezione, per inculcare pillole di "correttezza di vita" nei giovani. Mi hanno eluso. Questa sarebbe invece l'unica soluzione per combattere la maleducazione dilagante. Rispondi a salvatore di gennaro