La nota

Città Civile ironizza sui black-out: «L'amministrazione li promuove per farci ammirare le stelle»

Il movimento politico critica la giunta Gemmato per la cattiva gestione dell'illuminazione pubblica in diversi quartieri della città

Attualità
Terlizzi domenica 25 agosto 2019
di La Redazione
Black out
Black out © n. c.

Città Civile critica l'amministrazione comunale per i ripetuti black-out che, ormai da tempo, interessano a rotazione molte zone di Terlizzi.

"'Spegni un quartiere, accendi una stella'": così il movimento politico battezza scherzosamente "la a dir poco 'brillante' iniziativa dell'amministrazione guidata dal sindaco Ninni Gemmato, promossa e caldeggiata dall'Assessore alle Tenebre".

"In questi anni la performance è stata ripetuta molte decine di volte riscontrando sempre grande apprezzamento da parte dei cittadini dei quartieri coinvolti - ironizza Città Civile -. La notte di San Lorenzo era trascorsa da una decina di giorni ed anche durante l'ultima iniziativa che qualche maligno si affretta a definire 'ennesimo black-out', i cittadini hanno fatto pervenire parole di stima e ringraziamento (non improperi come qualche altro malpensante vorrebbe far credere) verso chi a giorni alterni ed una distribuzione democraticamente corretta dei quartieri spenti ha consentito di apprezzare la via lattea, le costellazioni e tutta la volta celeste".

"Per una volta in tutti questi anni anche noi di Città Civile ci sentiamo in dovere di apprezzare l'operato di un'amministrazione che ha trovato intelligentemente anche il modo di nascondere fossi, rifiuti e altre brutture attraverso l'uso dell'oscurità", conclude la sarcastica nota del movimento di Corso Vittorio Emanuele II.

Lascia il tuo commento
commenti