Monitoraggio

Ritorna l'alga tossica, a Giovinazzo bollino rosso dell'Arpa

Nelle prime due settimane di agosto rilevata abbondante presenza di Osptreopsis Ovata sul litorale sud verso Santo Spirito. I consigli per evitare possibili disturbi

Attualità
Terlizzi sabato 17 agosto 2019
di La Redazione
Alga tossica, il bollino rosso dell'Arpa
Alga tossica, il bollino rosso dell'Arpa © Nc

Ritorna l'alga tossica. Il gran caldo degli ultimi giorni può aver contribuito al proliferare dell'organismo di origine tropicale. Infatti secondo il report diffuso dall'Arpa Puglia, l'agenzia regionale per la prevenzione e la protezione ambientale, relativo alle prime due settimane di agosto, è abbondante la presenza dell'Ostreopsis ovata sul litorale sud di Giovinazzo. Alga tossica che invece nei precedenti monitoraggi di giugno e luglio era praticamente assente.

I NUMERI Questi i dati forniti dall'Arpa: 716.431 cellule/litro la concentrazione rilevata nei pressi dell'hotel Riva del Sole nelle acque di fondo, mentre sono 59.726 cellule/litro quelle presenti in colonna; 823.996 cellule/litro nelle acque di fondo e 53.187 cellule/litro nelle acque in colonna la rilevazione dell'alga tossica nella zona 200 metri sud di Lido Lucciola. Per quanto riguarda il resto della Puglia allarme anche a Bari nei presso del lido Trullo e a Torre Columena nel tarantino.

I CONSIGLI Per evitare i disturbi che la tossina contenuta nell'alga può provocare (riniti, faringiti, laringiti, bronchiti, febbre, dermatiti, congiuntiviti), è bene - come si legge sul sito dell'Arpa Puglia - evitare il contatto diretto con l'organismo dopo le mareggiate o evitare la sosta sui tratti di costa in cui è segnalata la presenza dell'alga in presenza di forte vento che favorisce la formazione di aerosol marino, che può diffondere la tossina nell’aria. I sintomi si presentano dopo 2 - 6 ore dall'esposizione e regrediscono, di norma, dopo 24 - 48 ore senza ulteriori complicazioni. I sintomi più frequenti sono: febbre, faringite, tosse, difficoltà respiratoria, cefalea, raffreddore, lacrimazione, dermatite, nausea e vomito. Tali sintomi sono solitamente transitori e generalmente non richiedono alcun tipo di trattamento.

Lascia il tuo commento
commenti