L'iniziativa

L'orgoglio dei ragazzi del "de Gemmis": «La nostra scuola è in salute, non strumentalizzateci»

La video-replica degli studenti del plesso terlizzese alla denuncia della consigliera di maggioranza Mariangela Galliani

Attualità
Terlizzi venerdì 25 gennaio 2019
di Gianpaolo Altamura
L'orgoglio dei ragazzi del
L'orgoglio dei ragazzi del "de Gemmis": «La nostra scuola è in salute, non strumentalizzateci» © caterina

Gli studenti dell'istituto "de Gemmis" rispondono con un video corale (in allegato nella versione integrale e in quella ridotta) alla consigliera di centrodestra Mariangela Galliani, che l'altro ieri, a seguito di un sopralluogo condotto in prima persona, aveva messo in evidenza le condizioni - a suo dire - critiche in cui versa il plesso di Via Mariotto.

La sorprendente iniziativa è stata messa in opera da un gruppo di intraprendenti allievi del tecnico-agrario, che videocamera alla mano hanno cercato di smontare la tesi dell'esponente di Fratelli d'Italia secondo cui la struttura sarebbe in balia del degrado e di tanti piccoli e grandi problemi di carattere strutturale, quali "gradini frantumati in più parti, pavimenti sconnessi, davanti alla successione di interruttori tutti spaccati".

In particolare, nel mirino di Galliani era finita la palestra dell'istituto, un edificio fatiscente, "ovunque uno scempio di muffe, di strati di finitura venuti giù, di porte appese, di gabinetti inutili, di crepe lungo i muri, infissi caduti, di vetri infranti, di fantasmi di cose".

Alla testimonianza allarmata della consigliera aveva replicato già nella mattinata di ieri la dirigente scolastica del Volta-de Gemmis, Giovanna Palmulli, esprimendo "rammarico per il fatto che il sopralluogo sia avvenuto all'insaputa della dirigenza. Avremmo accompagnato la consigliera in tutti gli ambienti scolastici quotidianamente fruiti dagli studenti e in perfetta efficienza e sicurezza".

Alla difesa dirigenziale si è però aggiunto nella serata di ieri l'intervento più ironico e scanzonato degli studenti, che in pochi minuti hanno conquistato con la loro genuinità i gruppi social locali. Nel godibile "corto", lungo poco più di sedici minuti, la spigliata portavoce degli studenti, Katia, mostra ad uno ad uno gli ambienti e gli spazi finiti sotto accusa, attestando che dopo tutto sembrano in uno stato accettabile, se non dignitoso. Dal giardino esterno alle serre per le colture, dai numerosi laboratori - di moda, di chimica, di informatica, di impianti - ai complessi macchinari, dai pavimenti ai gradini, dagli interruttori alle finestre, tutto o quasi - indica Katia - appare in ordine. Unico neo - riconosce la studentessa - è la palestra, dove i muri sono umidi e gli intonaci cadenti e mancano i vetri di una porta esterna, fatti a pezzi dai vandali notturni.

Ma "non tutta la scuola sta cadendo", si ribella l'alunna del "de Gemmis", il cui appello finale è tutto da ascoltare: "In questi anni noi abbiamo lottato per aggiustare questa situazione, ma nel modo giusto, discreto, non abbiamo pubblicato le nostre lamentele su Facebook o su TerlizziLive, bensì le abbiamo inviate alla Città Metropolitana. Non vorremmo più essere strumentalizzati per fini politici perché questo non è un circo ma è la nostra vita. Anche noi stiamo combattendo per la scuola, ma lo facciamo nel modo giusto".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nicolò Altamura ha scritto il 25 gennaio 2019 alle 09:15 :

    Complimenti, complimenti alla simpatica studentessa. A quanto pare abbiamo nuove leve migliori dei nostri amministratori. Rispondi a Nicolò Altamura