Il 15 e il 16 dicembre

Nel borgo di Sovereto un presepe vivente ambientato nel Medioevo

Nuova edizione natalizia della rassegna storico-culturale “Notti Medievali”, che quest’anno propone la ricostruzione del presepe all’epoca di San Francesco nella splendida cornice della frazione terlizzese

Attualità
Terlizzi sabato 08 dicembre 2018
di Michele Colaleo
Il Presepe Vivente Medievale
Il Presepe Vivente Medievale © Paolo Vallarelli - TerlizziLive

“Si dispone la greppia, si porta il fieno, sono menati il bue e l’asino. Si onora ivi la semplicità, si esalta la povertà, si loda l’umiltà, e Greccio si trasforma quasi in una nuova Betlemme”. Con queste parole San Francesco descriveva la prima rappresentazione storica vivente della Natività, inscenata a Greccio poco dopo il suo ritorno dalla visita a Betlemme e previa autorizzazione di papa Onorio III (1223).

Il 15 e il 16 dicembre, grazie ad un evento ideato da Michele Amendolagine ed organizzato dall’aps Torre Normanna con il contributo del Comune di Terlizzi, sarà possibile rivivere a Sovereto lo spirito ed i costumi di quella originaria rievocazione, ormai parte integrante della tradizione popolare natalizia cristiana.

I vicoli e gli spazi del borgo diverranno infatti il teatro in cui oltre un centinaio di figuranti, tra nobili, popolane, contadini, artigiani, pastori e religiosi faranno suonare cornamuse e rullare tamburi, risuonare martelli e scalpelli e scoccare frecce.

La scena della nascita di Gesù Bambino sarà poi riproposta all’interno della chiesa di S. Maria di Sovereto, dove si trova la piccola grotta carsica che è attestata come luogo del ritrovamento dell’icona mariana tanto adorata dai terlizzesi.

I richiami al Medioevo non riguarderanno tuttavia solo i riferimenti al presepe vivente di San Francesco. Oltre alla personificazione delle arti e dei mestieri tradizionali dell’epoca, sarà infatti rievocato anche l’Hospitale presente a Sovereto nell’età di mezzo ed allora gestito da due ordini monastici: quello femminile delle monache di San Marco (presente già dal 1197) e quello maschile dell’ordine di San Giovanni di Gerusalemme, ivi documentato a partire dal 1309.

Altre aree del borgo saranno invece destinate ad un mercatino medievale (che offrirà prodotti artigianali locali e tipici della nostra tradizione), ad una libreria dedicata alla storia e all’arte del tempo e ad una zona enogastronomica, con taberne in cui degustare cibi tipici natalizi nostrani.

“Con questo terzo evento - ha dichiarato Michele Amendolagine – l’aps Torre Normanna si propone di valorizzare i tre principali luoghi medievali che caratterizzano Terlizzi: il monastero di S. Maria di Cesano con “Notti Medievali” a maggio; il centro storico di Terlizzi con “La notte delle Streghe e l’Inquisizione Medievale” a ottobre ed il borgo di Sovereto con il presepe vivente medievale a dicembre. Questo è possibile grazie anche alle collaborazioni di cui l’associazione si avvale, a partire da quella con i ragazzi delle classi 4A e 4B linguistico del Polo liceale “Fiore-Sylos” di Terlizzi (impegnati con il progetto di alternanza scuola-lavoro) e con i bambini e le maestre della scuola dell'infanzia "N. Quercia", che rievocheranno una scena scolastica medievale.

Oltre agli attori e ai figuranti dell’aps Torre Normanna, saranno poi presenti il gruppo di rievocazione Compagnia d’Arme Stratos di Bari e i musici La compagnia del Cervo Bianco provenienti dalla Campania”.

La presentazione dell’evento si terrà domenica 9 dicembre alle ore 19 presso il Chiostro delle Clarisse, quando verrà svelato in anteprima l’abito pensato per colei che interpreterà la Vergine Maria. Il “De vestimentis virginis” è stato uno studio durato mesi sulla figura mariana nel Medioevo e sulle tecniche di stampa del XIII secolo, che ha portato alla realizzazione di un lavoro artigianale ricco di simbolismi legati all’iconografia cristiana, a Sovereto e a San Francesco.

Si tratta quindi di un abito interamente realizzato a mano da Concetta Pagano e Silvana De Palma, la cui tipicità è data anche dall’alto valore storico e culturale che possiede.

L’organizzazione sta prevedendo un servizio navetta gratuito, che consentirà di raggiungere il borgo di Sovereto in tutta comodità. Gli orari della navetta saranno resi noti tra qualche giorno.

Per l’accesso al presepe è previsto un contributo di 2 euro, mentre è gratuito per i bambini fino a 8 anni, per gli anziani over 70, per i disabili e per i loro accompagnatori.

Maggiori informazioni e aggiornamenti sono sempre disponibili seguendo l’evento Facebook “Presepe Vivente Sovereto (BA)”, la pagina Facebook “NOTTI MEDIEVALI”, consultandi il sito www.nottimedievali.it, scrivendo a nottimedievali@libero.it o contattando la segreteria al numero 3480521280.

Lascia il tuo commento
commenti