Oggi

Giornata della Memoria, l'Anpi di Terlizzi dà avvio al tesseramento

«Per ricordare l’immane tragedia che la Shoah ha rappresentato e rendere omaggio a quanti, come Gesmundo e Pappagallo, negli stessi anni si opposero con coraggio all’intolleranza e alla violenza»

Attualità
Terlizzi giovedì 27 gennaio 2022
di La Redazione
Anpi
Anpi © anpi terlizzi

La sezione Anpi “Don P. Pappagallo - Prof. G. Gesmundo” di Terlizzi anche quest’anno ha scelto il 27 gennaio, Giornata della Memoria, come data simbolica per l’avvio del nuovo tesseramento. 

"La motivazione è rappresentata dal forte legame che unisce il sacrificio dei due martiri terlizzesi a quello di milioni di ebrei, zingari, omosessuali, disabili e oppositori che, 'rastrellati' in tutta Europa fra il 1943 e il 1945, furono privati di ogni dignità e con disumana crudeltà avviati ai campi di sterminio dagli aguzzini nazisti, anche con la complicità degli alleati fascisti", recita il comunicato dell'associazione. 

"La decisione - continua l'Anpi -. assume un valore simbolico ancora più intenso alla luce del recente riconoscimento di Giusto fra le Nazioni per Don Pietro Pappagallo da parte dello Yad Vashem, l'Ente nazionale israeliano per la Memoria della Shoah. Il titolo di Giusto, la più alta onorificenza civile attualmente riconosciuta dallo Stato di Israele, viene concesso 'ai non-ebrei che hanno messo a rischio la propria esistenza per salvare la vita di un ebreo'. Noi tutti però sappiamo che Don Pietro, con il generoso sostegno di Gioacchino Gesmundo, vincendo l’indifferenza e l’egoismo ha aperto la sua casa a chiunque in quei terribili giorni avesse avuto bisogno di aiuto, che fosse ebreo, partigiano, dissidente o sbandato".

"Con l’avvio del tesseramento il 27 gennaio, l’Anpi vuole ricordare l’immane tragedia che la Shoah ha rappresentato e rendere omaggio a quanti, come Gesmundo e Pappagallo, negli stessi anni si opposero con coraggio all’intolleranza e alla violenza che purtroppo ancora oggi, talvolta, minacciano i principi della convivenza civile e democratica", conclude la nota. 

Lascia il tuo commento
commenti