Campagna vaccinale antiCovid in Puglia: la nota

Richiamo di vaccino anti-Covid per gli operatori scolastici: da oggi le somministrazioni in Puglia

​Riservata in questa fase al personale docente e non docente che abbia concluso il ciclo vaccinale almeno 6 mesi fa e di età uguale e/o superiore ai 40 anni, in linea con le indicazioni della struttura commissariale​

Attualità
Terlizzi lunedì 22 novembre 2021
di La Redazione
Vaccinazioni anti Covid
Vaccinazioni anti Covid © n.c.

Partono oggi, lunedì 22 novembre, in Puglia i richiami di vaccino antiCovid per gli operatori scolastici. Dopo l’ultima circolare sul piano strategico vaccini improntata a dare un’ulteriore spinta alla campagna delle terze dosi, i Dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie, in accordo con gli Uffici scolastici provinciali, hanno predisposto un cronoprogramma di somministrazioni della dose cosiddetta “booster”, riservata in questa fase al personale docente e non docente che abbia concluso il ciclo vaccinale almeno 6 mesi fa e di età uguale e/o superiore ai 40 anni, in linea con le indicazioni della struttura commissariale.

Per spiegare il programma e le modalità delle vaccinazioni destinate agli operatori scolastici, è stato organizzato un punto alle 11.30, nell’hub della Asl di Bari, nel quartiere Catino,all’Istituto Comprensivo Statale "Falcone – Borsellino, (via delle Azalee, 2). Intervengono il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano; l’assessore regionale alla Istruzione Sebastiano Leo; il direttore generale della Asl di Bari, Antonio Sanguedolce; la dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bari, Pina Lotito

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 22 novembre 2021 alle 17:12 :

    Cominciano dagli insegnanti non perché la scuola sia un cluster ma perché questi non possono rifiutarsi pena il licenziamento. E così via poi a cascata tutti gli altri cittadini. Almeno fino a quando i frigoriferi (non più a -80°) stracolmi di vaccini Pfizer in scadenza non vengono svuotati per essere riempiti di nuovo. Rispondi a Franco

    Maria P. ha scritto il 23 novembre 2021 alle 13:37 :

    Poveri insegnanti, mandati sempre avanti nella sperimentazione. Hanno dovuto farsi inoculare pure l'Astra Zeneca pur di non farsi sospendere dal lavoro. Vittime non privilegiati. Rispondi a Maria P.