La nota dell’assessore al personale della Regione Puglia, Gianni Stea

Da venerdì prossimo il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori, pubblici e privati

Esclusi i soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base d'idonea certificazione medica, rilasciata secondo i criteri definiti dal Ministero della Salute

Attualità
Terlizzi lunedì 11 ottobre 2021
di La Redazione
Green pass Covid
Green pass Covid © Getty Images

«Con il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del  23 settembre 2021, l'obbligo di essere in possesso e, su richiesta, di esibire il green pass è stato esteso, a decorrere dal 15 ottobre, a tutti i lavoratori pubblici e privati». Lo sottolinea in una nota l’assessore al personale della Regione Puglia, Gianni Stea, con particolare riferimento all’utilizzo delle certificazioni verdi Covid-19 per accedere alle sedi e agli uffici della Regione Puglia.

La disposizione fa riferimento, in particolare, alle certificazioni verdi Covid-19 che attestano una delle seguenti condizioni:

a) avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2 al termine del prescritto ciclo;

b) avvenuta guarigione da Covid-19, con contestuale cessazione dell'isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della Salute;

c) effettuazione di test antigenico rapido o molecolare, anche su campione salivare e nel rispetto dei criteri stabiliti con circolare del Ministero della Salute, con esito negativo al virus SARS-CoV-2; c-bis) avvenuta guarigione dopo la somministrazione della prima dose di vaccino o al termine del prescritto ciclo.

Per regolare l’accesso al luogo di lavoro, non è sufficiente il mero possesso della certificazione verde, ma è necessario che venga esibita se richiesta. 

L’assessore Stea ricorda che «il possesso della certificazione non fa venir meno l’obbligo di rispettare tutte le prescrizioni fornite dal datore di lavoro per la riduzione del rischio da contagio ed il divieto di recarsi sul luogo di lavoro in presenza di sintomi riconducibili alla patologia, attivando tutte le misure già previste in tali circostanze dalla vigente normativa».

Inoltre  l’obbligo di possesso ed esibizione su richiesta della certificazione verde Covid-19 opera non solo nei confronti di coloro che hanno la titolarità di un rapporto di lavoro alle dipendenze della Regione Puglia, ma anche nei confronti di tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato presso le sedi regionali, anche sulla base di contratti esterni.

Mentre in generale sono esclusi gli utenti e «i soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 11 ottobre 2021 alle 08:09 :

    Un bel caos, complimenti a chi l'ha pensato. Siamo unici nel mondo. Rispondi a Franco