Aggiornamenti sulla festa patronale

Festa Maggiore, il Carro sarà costruito ma non sfilerà. Messa del Vescovo sotto la Torre Normanna

A poche settimana dalle celebrazioni dedicata a Santa Maria di Sovereto il comitato festa patronale fa il punto della situazione

Attualità
Terlizzi martedì 13 luglio 2021
di La Redazione
Festa Maggiore 2018
Festa Maggiore 2018 © Staff Sindaco

Sono cominciati i preparativi del Comitato Feste Patronali per le celebrazioni in onore di Maria SS. di Sovereto, che si terranno ad agosto.

"Sebbene non sia ancora possibile predisporre festeggiamenti sontuosi come da tradizione pre-pandemica, diverse sono le iniziative che si stanno organizzando per mantenere alta fede e tradizione", scrive il Comitato Festa Patronale. Intanto, è giunta l’ufficialità della partecipazione di Nek, che calcherà il palco di Piazza Cavour lunedì 9 agosto per il concerto serale. Filippo Neviani sarà l’artista di punta della Festa Maggiore 2021, la cui presenza è stata resa possibile dalla sinergia tra il Comitato Feste Patronali e l’apporto notevole di Pdl Comunicazioni. 

Il Carro Trionfale verrà costruito fra pochi giorni nei pressi della chiesa della Stella, come ogni anno, sebbene siano rigorosamente escluse le processioni e, dunque, anche la usuale sfilata della macchina da festa, che, come da disposizioni governative ed ecclesiastiche, risulta incompatibile con le norme igienico-sanitarie. 

Il Solenne Pontificale sarà celebrato dal Vescovo della diocesi Cornacchia in Piazza Cavour, ai piedi della Torre Normanna. Si tratta di una novità introdotta per favorire una più ampia partecipazione all’aperto, di sera. I posti a sedere saranno contingentati e la Messa sarà trasmessa in televisione, così da permettere di seguirla ai cittadini fuori sede o a coloro che non potranno essere fisicamente presenti.

Saranno poi allestite mostre fotografiche e artistiche all’interno del Chiostro delle Clarisse: si tratterà di un’occasione per intrattenere i curiosi in maniera allegra e formativa. Non mancheranno poi le musiche coinvolgenti delle bande, nonché le diane pirotecniche che scandiranno, come da consuetudine, alcuni momenti delle giornate di festa. Ci si sta attivando peraltro per una biciclettata in sicurezza in un omaggio sportivo alla Nostra Patrona. Concerti in Largo Lago Dentro, allieteranno diverse serate della Festa e non mancheranno addobbi floreali, fiore all’occhiello della nostra città.

Il programma è ancora in fase di completamento - fa sapere il Comitato - ma si preannuncia ben articolato nonostante le attuali restrizioni. È in stesura anche la redazione del giornale informativo del Comitato Feste Patronali, con il programma e non solo (diffuso anche in occasione del 23 aprile), così da lasciare una traccia storica scritta del lavoro che si sta svolgendo. Si è all’opera finanche per uno speciale annullo filatelico, che possa cristallizzare immagini e parole del Carro Trionfale quale pezzo da collezione.

«Siamo una squadra unita che si sta impegnando moltissimo per esaltare gli aspetti religiosi e culturali della Festa Maggiore. Stiamo collaborando con diverse associazioni della città. Il nostro obiettivo è coinvolgere quanto più possibile, perché la Festa è patrimonio di tutti», spiega Carmine D’Aniello, Presidente del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto, «Le difficoltà sono dietro l’angolo, ma non ci spaventano. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale che ci sta supportando in questo percorso, disponibile a collaborare e ad accogliere le nostre proposte in un’ottica di ragionevolezza e di cautela».

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 20 luglio 2021 alle 11:48 :

    "come da disposizioni governative ed ecclesiastiche ... incompatibile con le norme igienico-sanitarie". Le stesse disposizioni e norme che hanno permesso processioni ben più numerose per la Coppa della nazionale. Con gli ecclesiastici che non hanno nulla da obiettate. Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 16 luglio 2021 alle 09:23 :

    Se vogliono eliminare le processioni ce lo devono dire apertamente, senza nascondersi dietro le prescrizioni Covid. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 13 luglio 2021 alle 22:46 :

    Dunque processioni ancora vietate, ma perché? L'unica processione ammessa in Italia è quella con la Coppa sul bus e tutti i tifosi intorno ammassati. Rispondi a Franco

    Maria ha scritto il 15 luglio 2021 alle 10:05 :

    Infatti i fedeli si sentono semplicemente presi in giro da questi divieti che riguardano solo le feste religiose ormai. Rispondi a Maria