«Tale comportamento ostativo si aggiunge all’enorme ritardo con cui il punto è stato messo all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale»

Consiglio, Amnesty International: «Sconcerto per la mancata cittadinanza onoraria a Patrick Zaky»

La sezione Puglia-Matera della nota organizzazione umanitaria internazionale esprime rammarico per il mancato avvio dell'iter da parte del consiglio comunale terlizzese

Attualità
Terlizzi venerdì 30 aprile 2021
di La Redazione
patrick zaky
patrick zaky © n. c.

"Amnesty Puglia esprime sconcerto e profondo disappunto per quanto è avvenuto durante il Consiglio Comunale della Città di Terlizzi: l’ordine del giorno presentato dal Consigliere Comunale Giuseppe Volpe in cui si chiedeva al Comune di attivare le procedure necessarie al fine di concedere la Cittadinanza onoraria a Patrick Zaky non è stato messo in votazione".

La sezione Puglia-Matera della nota organizzazione umanitaria internazionale esprime rammarico per il mancato avvio dell'iter di cittadinanza onoraria terlizzese per Patrick Zaky, lo studente egiziano dell'Alma Mater Studiorum di Bologna detenuto ingiustamente in Egitto da molti mesi per non meglio precisate attività 

"Ci risulta che al suo posto è stata invece approvata, dopo una rocambolesca discussione, una non chiara e disarticolata attestazione di solidarietà che sarà presentata addirittura alla Farnesina", prosegue Amnesty International. "Tale comportamento ostativo, insieme all’enorme ritardo con cui il punto è stato messo all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale (la richiesta di cittadinanza è stata protocollata il 19 dicembre, una delle prime città italiane ad averlo fatto), la dice lunga sulla poca sensibilità e poco rispetto che la amministrazione comunale mostra verso chi viene privato della propria libertà e dei propri diritti, solo per aver difeso la libertà di pensiero e di espressione. La notizia fa ancora più male se si pensa al grande abbraccio con cui la Puglia ha accolto la causa di Zaky, sia attraverso le innumerevoli iniziative in suo sostegno, sia con la concessione della cittadinanza nelle tantissime Città fra cui citiamo ad esempio Molfetta, Bisceglie, Andria, Bari, Brindisi e Lecce. Ma la nostra azione non si ferma: facciamo appello a tutto il sentire civico del tessuto cittadino di Terlizzi per chiedere al Sindaco ed alla amministrazione tutta di rivedere la propria posizione e di unirsi alla Puglia solidale per tenere alta l’attenzione in favore della difesa dei diritti umani nel mondo".

"La Maggioranza della mia città, con un atto di forza al di fuori di ogni regola e norma, mi ha appena impedito di portare al voto la mozione consiliare per la concessione della cittadinanza onoraria per Patrick Zaki", ha denunciato nella serata di ieri il consigliere di minoranza Giuseppe Volpe, proponente l'ordine del giorno. "Non riesco a dire altro, per il momento sono davvero schifato e senza parole, scusatemi. Ringrazio i consiglieri di opposizione per il sostegno e le argomentazioni. Chiedo a tutte le associazioni cittadine, i partiti, i movimenti politici e le/i singole/i cittadine/i di denunciare con ogni mezzo ed in ogni modo questo atto vergognoso", è l'appello di Volpe. 

Lascia il tuo commento
commenti