Il primo avviso pubblico era destinato a soggetti con sede operativa a Terlizzi che nel corso del 2020 avessero subito una perdita di fatturato di almeno il 50% rispetto al 2019

"Resto in Partita", 122 domande ammesse: pagamenti già in corso

Le istanze di sostegno economico ammesse a finanziamento nell’ambito dell’iniziativa pensata dall'amministrazione comunale per aiutare i possessori di partita Iva colpiti dall’emergenza Covid19

Attualità
Terlizzi martedì 06 aprile 2021
di La Redazione
mercato dei fiori
mercato dei fiori © n. c.

Sono ben 122 le istanze di sostegno economico ammesse a finanziamento nell’ambito di “Resto in Partita”, l’iniziativa pensata dall’amministrazione comunale di Terlizzi per aiutare i possessori di partita Iva colpiti dall’emergenza Covid19. 

Il primo avviso pubblico era destinato a soggetti con sede operativa a Terlizzi che nel corso del 2020 avessero subito una perdita di fatturato di almeno il 50% rispetto al 2019. Al termine di questa prima fase le istanze presentate sul portale www.restoinpartita.it sono state 126, di cui 3 sono risultate non ammesse per carenza di documentazione e una rinunciataria. 

«In tutto dunque ben 122 persone, tra imprenditori e liberi professionisti, hanno ottenuto il contributo di 500 euro. A conclusione dell’istruttoria da parte degli uffici comunali si è già proceduto alla liquidazione a favore dei beneficiari. “Resto in partita” ovviamente va avanti. Dei 185mila euro stanziati dal Comune di Terlizzi sono stati impiegati 61mila euro, restano ancora da distribuire 124mila euro», riporta Francesco Barione, delegato ai Servizi Sociali.

«Siamo già al lavoro per un secondo avviso pubblico al fine di estendere la platea dei beneficiari», dice Michele Caldarola, presidente della II commissione consiliare “Servizi alla Città”. «L'obiettivo resta quello di sostenere imprenditori e professionisti in un momento critico per le loro attività. Lo facciamo trasferendo risorse che, seppur in minima parte, serviranno a colmare i costi che sostengono quotidianamente».

«Il fatto che solo a Terlizzi ci siano oltre 120 partite Iva ad aver subito una riduzione del fatturato del 50% su base annua dà una misura palpabile dell’emergenza economico-sociale che stiamo affrontando» osserva Vittoria Allegretti, presidente della III commissione consiliare “Servizi Sociali e Solidarietà Sociale”. «Questo dato drammatico ci dice anche che è stata giusta l’intuizione di iniziare ad aiutare le partite Iva più danneggiate dalla crisi». 

 

Lascia il tuo commento
commenti