Dal 15 al 22 marzo

Covid, nel Barese quasi 700 sanzioni nella prima settimana "rossa"

Le principali violazioni riguardano il mancato rispetto del coprifuoco, l'uso scorretto delle mascherine e assembramenti in strada o in locali privati

Attualità
Terlizzi mercoledì 24 marzo 2021
di La Redazione
carabinieri
carabinieri © TerlizziLive

Dal 15 al 22 marzo, cioè nella prima settimana della Puglia in zona rossa, le forze dell'ordine hanno sanzionato nel territorio dell'area metropolitana di Bari quasi 700 persone per violazione delle norme anti Covid. Per la precisione sono stati sanzionati 694 cittadini sui complessivi 17.888 sottoposti a controllo.

Le principali violazioni riguardano il mancato rispetto del coprifuoco, l'uso scorretto delle mascherine e assembramenti in strada o in locali privati. Nello stesso periodo le forze dell'ordine hanno controllato 862 attività e per 16 titolari di bar e negozi sono scattate le sanzioni amministrative per non aver rispettato le prescrizioni imposte dall'emergenza sanitaria.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • #terlizziperbene ha scritto il 24 marzo 2021 alle 14:27 :

    Ma allora esistono le sanzioni? Quindi si può sanzionare????.......... https://youtu.be/fNIrEYimmXs Rispondi a #terlizziperbene

  • Mariangela T. ha scritto il 24 marzo 2021 alle 09:13 :

    Zona rossa, i sindaci pugliesi chiedono ad Emiliano maggiori restrizioni. Le restrizioni previste dalla zona rossa non sarebbero sufficienti a bloccare la terza ondata del Coronavirus in Puglia. E gli amministratori locali hanno deciso di scrivere un documento con tutte le ulteriori restrizioni che ritengono necessarie, e che sarà a breve inviato al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Obiettivo una nuova ordinanza regionale che recepisca tali richieste e sia quindi più restrittiva rispetto al decreto del Governo (nei giorni scorsi era stato Ninni Gemmato a non nascondere il suo malumore per la gestione dell'epidemia e della campagna vaccinale da parte dell'ente regionale, ndr). Rispondi a Mariangela T.

  • Mariangela T. ha scritto il 24 marzo 2021 alle 09:12 :

    Si va dallo stop alle funzioni religiose in presenza, dalla domenica delle Palme fino a Pasqua, alla chiusura di tutte le attività commerciali alle 19.00, dalla chiusura di tutti i cimiteri, alla chiusura di tutti i centri commerciali e supermercati nella domenica della Palme, di Pasqua, e nel lunedì di Pasquetta. Si sta valutando di imporre il divieto di recarsi nelle seconde case, e inoltre, di estendere il divieto di asporto dopo le 18 anche alle attività che ora possono farlo. Per queste ultime si sta ragionando sull'asporto drive-in o su prenotazione. Rispondi a Mariangela T.

  • #terlizziperbene ha scritto il 24 marzo 2021 alle 08:13 :

    Non lo faccio perché terlizzilive non me lo pubbliicherebbe, ma potrei benissimo scrivere i nomi dei bar che la domenica mattina creano assembramenti per il rito dell'aperitivo. Sono 6 o 7. Il primo assoluto in classifica é...... lasciamo perdere é meglio...... Rispondi a #terlizziperbene