L'attuale centro di distribuzione è di modeste dimensioni

Un nuovo centro di distribuzione alimentare a Terlizzi: il progetto di Casa Betania

La Fraternità Francescana di Betania ha intenzione di costruire a Terlizzi un edificio funzionale per distribuire le derrate alimentari: avviato allo scopo una raccolta fondi web sulla piattaforma Rete del Dono

Attualità
Terlizzi venerdì 15 gennaio 2021
di La Redazione
Un nuovo centro di distribuzione alimentare a Terlizzi: il progetto di Casa Betania
Un nuovo centro di distribuzione alimentare a Terlizzi: il progetto di Casa Betania © n. c.

La Fraternità Francescana di Betania ha avviato una raccolta fondi pubblica per un progetto di solidarietà, "Accoglienza in dispensa". 

Istituto di Vita Consacrata di diritto diocesano composto da fratelli, sia chierici che laici, e da sorelle che si consacrano a Dio mediante i voti pubblici di castità, povertà e obbedienza, la comunità è impegnata quotidianamente in servizi di solidarietà che portano assistenza a centinaia di famiglie in difficoltà del territorio. Nella sede di Terlizzi vengono distribuiti alimenti a circa 400 famiglie ogni giorno, generi alimentari che, una volta raccolti, sono condivisi con altri istituti religiosi, comunità di recupero e associazioni filantropiche. 

Il progetto Accoglienza in Dispensa - sostenuto, come le altre opere della Fraternità, dalla Fondazione Betania Onlus - ha l'obiettivo di contrastare in concreto "l’emergenza di questo periodo segnato dalla pandemia di Covid-19, che ha visto aumentare esponenzialmente il bisogno di sostegno materiale e spirituale nella comunità di Terlizzi e della provincia di Bari", si legge in un comunicato. "Sono, infatti, sempre più numerosi coloro che, duramente colpiti dalle conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria, si ritrovano a bussare alle porte della casa di Terlizzi per chiedere aiuto".

"Attualmente i servizi della Fraternità Francescana di Betania presso la casa di Terlizzi vengono svolti in una struttura in prestito dalle modeste dimensioni, non più adatta ad affrontare i bisogni della cittadinanza. È dunque necessario e quantomai urgente costruire un edificio più ampio, progettato secondo le nuove esigenze: un centro di distribuzione alimentare, una struttura più adeguata, del tutto rispondente alle normative vigenti, che consenta di raccogliere generi alimentari da destinare a chi ne ha bisogno e che sia allo stesso tempo un luogo dove le persone in difficoltà possano trovare riparo e conforto. Uno spazio di vera accoglienza dove prendersi cura della persona nella sua interezza". 

Per questo motivo Casa Betania chiede a chiunque volesse sostenere il progetto "Accoglienza in Dispensa" di contribuire versando un'offerta sulla piattaforma di crowdfunding Rete del Dono. Questo è il link per sostenere il progetto. 

 

Lascia il tuo commento
commenti