Per l'igiene stradale c'é ancor molto da fare

Donato Rana LiveYou - Degrado urbano
Terlizzi - mercoledì 22 luglio 2020

Ho letto che l'Amministrazione provvederà ad attivare una nuova isola ecologica sulla via per Molfetta. Evviva, alla buon'ora. Certamente contribuirà molto alla riduzione dei rifiuti per quelle contrade. Ma a quel molto, moltissimo di più potrebbe esser fatto se qualcuno prendesse a cuore i seguenti incontrovertibili fatti:

  • gli addetti non si curano di vuotare completamente le mastelle nei punti di raccolta e le scaraventano (il termine non è generico) talvolta semipiene.
  • I cassonetti che essi portano con sé spesso risultano di dimensioni insufficienti e allora, pieni fino all'orlo, durante il loro ritorno all'attuale isola, perdono molti rifiuti. Io ho riconosciuto alcuni miei pacchi di carta che, portati via, ho ritrovato sulla provinciale aggregati come li avevo riposti. Lo stesso accade per i rifiuti di secco residuo.
  • Forse a motivo di quanto detto, ho assistito personalmente al fatto che l'addetto, avendo un suo contenitore già pieno, ha messo carta e secco residuo insieme nell'unico cassonetto che poteva contenerli.
  • L'addetto non ritira scatole di cartone delle dimensioni di una scatola di scarpe, lasciandole lì nel punto di raccolta e naturalmente il vento non può che spingerle nei campi adiacenti.

Tutti noi tapini che lavoriamo nell'industria privata siamo prima o poi soggetti a controlli sulla qualità del lavoro da noi svolto; è mai possibile che a costoro questo non accada mai?

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti