Cattedrale di San Michele Arcangelo

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di Cinzia Memola
vistaSez

Sorta dalle ceneri dell’antica cattedrale romanica, la costruzione del duomo risale al 1782 per essere consacrata circa 90 anni dopo. La nuova chiesa è stata realizzata secondo i dettami dell’architettura neoclassica. La nuda e spoglia facciata è coronata da un grande timpano dentellato entro il quale è racchiusa una finestra semicircolare, che illumina tutta la navata centrale. Il coronamento a timpano è ripreso sul portale dell’ingresso centrale, con un pronao leggermente aggettante, e sui portali d’ingresso laterali. Le alte otto colonne non monolitiche, poggianti su alti piedistalli, sorreggono una trabeazione con al centro due grosse mensole. La realizzazione della chiesa vide impegnati numerosi architetti a partire da Michelangelo Bonvino che realizzò il primo bozzetto originario, che prevedeva la realizzazione di due campanili invece dell’unico esistente e dell’artista MICHELE DE NAPOLI, persona eclettica nello scenario terlizzese. Sindaco, uomo di legge, architetto e artista, De Napoli donò ben cinque dipinti, tra cui L’invenzione della Madonna di Rovereto (1882), di ispirazione naturalistica e romantica, un’impronta ravvisabile nella sua formazione fra Napoli e Roma. Le tele sono poste nel transetto laterale sia di sinistra che di destra. L’incredibile numero di bozzetti realizzati a carbone, rivelano l’inclinazione alle serene espressione di quiete e tranquillità. All’interno, la chiesa è a croce latina, scandita da una navata centrale con copertura a botte e da due navate laterali con piccole cupole come copertura, realizzate in edizione ridotta a quella centrale, posta al punto d’innesto fra il transetto e la navata centrale. Un sapiente utilizzo di stucchi colorati che decorano gli altari laterali e le colonne in finto marmo. Di notevole pregio inoltre, il piccolo Santuario, dedicato alla Vergine di Sovereto, a cui si accede da un ingresso nella parte sinistra del transetto. L’edicola votiva in argento massello è posta sull’altare maggiore del Santuario e racchiude all’interno l’iconografia della Madonna, in una cornice di lapislazzuli.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Terlizzi

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno