Il candidato alla Camera di Liberi e Uguali ieri a Città Civile

Bavaro: «Politica lascia che gli ultimi si facciano guerra tra loro, Liberi e Uguali è alternativa»

«Liberi e Uguali è alternativa ai soggetti politici di tradizione liberale e socialdemocratica che in questi anni si sono genuflesse ai mercati finanziari»

Politica
Terlizzi martedì 13 febbraio 2018
di La Redazione
nico bavaro
nico bavaro © nico bavaro

Un’alternativa costruita sui diritti e sulla lotta alle disuguaglianze. È questa la proposta di Liberi e Uguali per le prossime elezioni del 4 marzo, presentata ieri sera a Terlizzi da Nico Bavaro, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale Puglia-03 (Molfetta, Corato, Terlizzi, Ruvo, Giovinazzo e Bisceglie) durante un incontro organizzato da “Città Civile".

«Siamo in un clima pre-giacobino, stavolta non cadranno le teste dei reali di Francia ma quelle dei più deboli come migranti e disoccupati: ci si fa la guerra tra chi sta peggio - ha affermato Bavaro -. La responsabilità è della politica, le tradizioni liberale e socialdemocratica si sono genuflesse ai mercati finanziari, Liberi e Uguali invece rappresenta l’alternativa».

Una differenza che diventa manifesta nei punti del programma di LeU: «Abolizione del Jobs Act, reintroduzione dell’articolo 18, assunzione di 40mila medici di base, ripristino di 30 miliardi del fondo sanitario nazionale, investimenti pubblici e diritto di cittadinanza per chi è nato in Italia. Il punto focale della nostra politica è la redistribuzione delle ricchezze», ha aggiunto il candidato di LeU.

Un progetto politico alternativo che però resta radicato sul territorio: «C’eravamo noi - ha concluso Bavaro - di fronte ai cancelli della Bosch durante la vertenza con i lavoratori e abbiamo fatto sentire la nostra voce in occasione del caso Censum: continueremo a farlo».


Lascia il tuo commento
commenti