sabato 21 luglio 2012 Attualità
Le foto dell'evento

Il Sindaco incontra in sala consiliare ragazzi provenienti da 15 Paesi d’Europa

Per la Convention organizzata dalla Associazione YEU International che opera per gli scambi interculturali fra i territori del Mediterraneo, giovani da Ucraina, Olanda, Polonia, Grecia, Serbia, Macedonia, Estonia, Lituania, Portogallo, Azerbaijan.

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
Ragazzi da tutta Europa nella sala consiliare
- Ragazzi da tutta Europa nella sala consiliare © n.c.

Terlizzi al centro dell’Europa per un giorno: la Convention annualmente organizzata dalla Associazione Internazionale YEU (Youth for Exchange and Understanding), ha fatto tappa anche nella Città dei Fiori dove ieri sono arrivati 40 ragazzi in rappresentanza di 15 diversi Paesi Europei.

Ad accoglierli il Sindaco Ninni Gemmato, il quale ha fortemente voluto che nell’itinerario barese, i giovani facessero “scalo” anche a Terlizzi. Così, prima di partire alla volta della Capitale domani e del Gran Sasso a seguire, i partecipanti all’evento hanno potuto trascorrere un pomeriggio tra la Torre dell’Orologio e la Pinacoteca “De Napoli”, alla scoperta del territorio terlizzese, in un percorso anche enogastronomico pensato appositamente per far scoprire ed apprezzare le prelibatezze locali.

Il Primo Cittadino ha parlato ai ragazzi, ricordando l’importanza di momenti come questo: «Quello che stiamo facendo qui adesso è qualcosa di fondamentale, lo scambio interculturale di cui oggi siamo testimoni spero sia solo un tassello di iniziative future che tendano a consolidare i rapporti tra tutti i cittadini d’Europa per far sì che si parli non di tanti popoli europei ma di uno solo. Abbiamo delle radici forti e comuni, siamo un popolo solo e non dobbiamo dimenticarlo». 

Prima di procedere nel percorso pensato per i ragazzi, Nico Marziale con i colleghi dello storico gruppo “La Municipale Balcanica” ha voluto omaggiare tutti i ragazzi con l’ultimo cd della band, “OffBeat”.

Al termine della giornata i ragazzi, che provengono dai territori di tutta l’area mediterranea, dal Portogallo fino all’Azetbaijan, sono stati invitati in Aula Consiliare a dibattere su questioni etiche e politiche con il Sindaco. Gent, albanese, ha sollevato il tema dell’inserimento nel processo decisionale dei giovani; Maasuma, afgana ma residente da anni in Olanda, ha evidenziato come sia necessario far avvicinare le giovani generazioni alla politica. Sabina, azera, ha raccontato di come nel suo Paese sia praticamente impossibile avvicinare un’Autorità come il Sindaco cittadino.

Terlizzi così è diventata per un giorno lo spazio comune dove i giovani hanno potuto discutere di temi  di portata internazionale. A concludere, l’intervento del Sindaco: «I giovani sono sicuramente più inesperti, ma hanno anche più entusiasmo: dobbiamo dargli fiducia e, soprattutto, dargli esempi positivi concreti, fargli capire che in politica la passione porta dei risultati».

Il Sindaco Gemmato ha donato, infine, una foto-dedica della città di Terlizzi ai referenti italiani dell’Organizzazione Internazionale, Antonio Lapadula e Berto Bufi, i quali la collocheranno presto nella sede internazionale dell’Associazione a Bruxelles.

Commenta la notizia

Non verranno convalidati i commenti che:

  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
2 Commenti
il 23 luglio 2012 alle 10:10
Vanessa calano
Forse perchè l’hanno visitata.. sai, è così che si inserisce una Città in percorsi di ampio respiro. Se vai a casa mamma ti chiede cosa hai visto? e tu rispondi.. Se la pensassimo tutti come te potremmo rimanere nella logica del provincialismo più cupo. Le crtitiche vanno fatte in maniera intelligente altrimenti si vede che sono fatte solo per spirito demolitore.
il 20 luglio 2012 alle 20:29
blulimone blulimone
Yeu....... mi ricorda tanto una vecchia esclamazione di disapprovazione/caricaturale, tipica dei terlizzesi. Chissà, potrebbe essere un segno premonitore. Sapreste dirmi perchè quei ragazzi dovrebbero parlare di Terlizzi al loro rientro nelle rispettive patrie?? Spero non ci sia stato sperpero di denaro pubblico.
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] }