Gli alberi si trovano nell'area dove a breve inizieranno i lavori per la rotatoria

I cedri di Via Giovinazzo saranno trasferiti in Viale dei Giardini

Lo annuncia Puliamo Terlizzi al termine di un incontro con l'amministrazione

Attualità
Terlizzi giovedì 12 luglio 2018
di La Redazione
I cedri di Via Giovinazzo saranno trasferiti in Viale dei Giardini
I cedri di Via Giovinazzo saranno trasferiti in Viale dei Giardini © puliamo terlizzi

Nei giorni scorsi Puliamo Terlizzi aveva messo in dubbio la sopravvivenza dei cedri nel terreno antistante la caserma dei Carabinieri, dove nelle prossime settimane cominceranno i lavori per la nuova rotatoria di Via Giovinazzo.

Ma, a stretto giro di posta, l'associazione comunica di essere stata convocata dall'assessore al verde pubblico Fedele Dimitrio per discutere della sorte delle piante. All'incontro, negli uffici di Via Balbo, oltre all'Assessore Dimitrio, al Presidente di Puliamo Terlizzi Francesco Paolo Barile e Agata Guastamacchia, era presente l'Amministratore Luigi De Grecis (la ditta che si occupa di gestire il verde pubblico della città) e il Dirigente del Settore Servizi Tecnici Gianferrini.

"I cedri in questione sono 3 o al massimo 4 e per loro l'Amministrazione si è impegnata a trasferirli nella vicina area verde all'angolo tra Via Giovinazzo e Viale dei Giardini, a circa cento metri da dove si trovano attualmente", annuncia Puliamo Terlizzi. "L'operazione verrà effettuata non appena si aprirà il cantiere per la rotatoria (data indicativa 3 settembre) ed avrà un costo elevato (circa 3.500 € ad albero). Data la mole delle piante ed il periodo climatico abbiamo chiesto la massima attenzione possibile nell'espianto e nel reimpianto degli alberi. L'attecchimento non è scontato, ci ha detto l'agronomo Amministratore della De Grecis, rassicurandoci però sul fatto che verrà fatto tutto il possibile".

Sempre a settembre, prosegue la nota di Pt, dovrebbe cominciare la riqualificazione verde di Viale dei Giardini, "sebbene la nostra richiesta risalga all'autunno del 2017 ed inizialmente i lavori dovevano partire all'inizio del 2018. Al momento siamo cautamente soddisfatti delle risposte e degli impegni presi, monitoreremo la situazione e vi terremo informati".

Lascia il tuo commento
commenti