Dopo gli incidenti nel foggiano

Il consigliere Giuseppe Volpe oggi alla marcia dei "berretti rossi"

​«Per rappresentare quella parte di città che cerca di alzare la testa contro lo sfruttamento dei lavoratori stagionali nelle campagne durante la raccolta delle olive, dell'acinino e delle ciliegie​»

Attualità
Terlizzi mercoledì 08 agosto 2018
di La Redazione
La marcia dei
La marcia dei "berretti rossi" © corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Oggi, 8 agosto, nell’ex ghetto di Rignano Garganico, sciopero e marcia dei “berretti rossi”. I migranti, impegnati in questo periodo nella raccolta del pomodoro nei campi, incrociano le braccia per una giornata intera in segno di protesta dopo gli incidenti stradali verificatisi nel foggiano, nei quali hanno perso la vita 16 loro colleghi. La manifestazione prende il nome dai cappellini solitamente indossati per proteggersi dal sole, utilizzati anche dai lavoratori morti sabato scorso.

La marcia ha preso il via alle 8 di questa mattina da Torretta Antonacci, nel comune di San Severo, e si concluderà davanti alla prefettura di Foggia.

In segno di vicinanza e solidarietà, partecipa anche il consigliere comunale di Terlizzi de La Corrente Giuseppe Volpe, insieme ad attiviste e attivisti. «Per rappresentare quella parte di città – dice - che da diverso tempo sta cercando di alzare la testa anche qui a Terlizzi contro lo sfruttamento dei lavoratori stagionali nelle campagne durante la raccolta delle olive, dell'acinino e delle ciliegie.

Quella parte di città che è scesa in sit-in lo scorso 10 giugno per chiedere verità e giustizia per Soumaila, che ha organizzato le assemblee con i lavoratori stagionali a casa Betania e presso la struttura dell'ex Relè tra novembre e gennaio, che ha distribuito il vademecum in quattro lingue in piazza, che ha tentato di offrire assistenza e supporto legale ai lavoratori, che ha tentato di organizzarsi nel Coordinamento accoglienza Terlizzi per proporre e promuovere un percorso di accoglienza sano e condiviso.

Passata la Festa, anche qui il caporalato arriva puntuale come ogni anno, per la raccolta delle olive. Nessuno può/deve sentirsi escluso. Non ce ne staremo fermi e in silenzio, mai!», conclude.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pippo ha scritto il 09 agosto 2018 alle 07:25 :

    Chi e senza peccato ...... Ci sono dei collusi , ci vuole pulizia nei ...... Rispondi a Pippo

  • Giuseppe Funpage ha scritto il 08 agosto 2018 alle 10:07 :

    Tra gli ipocriti ci sono anche i sindacati organizzazioni governative e non Rispondi a Giuseppe Funpage

  • Giuseppe Funpage ha scritto il 08 agosto 2018 alle 10:03 :

    Quanta ipocrisia da parte di questi personaggi e la politica tutta. Mi dispiace per i morti siamo tutti uomini a prrscindere il colore. Anche tante terlizzesi sono nella stessa situazione ma sono bianche e non fanno notizia. Rispondi a Giuseppe Funpage

    Aldo ha scritto il 08 agosto 2018 alle 17:02 :

    Perfettamente d’accordo Rispondi a Aldo